Basilico cancerogeno?

Il basilico è velenoso, tossico o cancerogeno? Verità o bufala e quali sono le proprietà e controindicazioni?

basilico-rimedi-naturali

La verità sulla storia del basilico cancergeno

Sul web si è scritto molto del basilico quale alimento cancerogeno.

Premettiamo che fin dalla nascita della cucina mediterranea l’uomo ha da sempre utilizzato abbondantemente questa pianta officinale, un alimento privo di conseguenze temibili nelle giuste dosi.

pesto-basilico-ligure

Da qualche anno a questa parte son saltate fuori ricerche che hanno ritenuto opportuno affermare che all’interno del basilico è presente l’estragolo, responsabile di alcuni tumori, per cui è bene evitare tale alimento.

Nulla da ridire sulla presenza dell’estragolo in piccole tracce, ma il basilico non può considerarsi cancerogeno perchè anzitutto, mangiandolo, la sostanza incriminata come cancerogena non viene di certo assunta dall’organismo in vena o nel peritoneo, dove potrebbe risultare pericolosa.


Leggi anche: Cereali: proprietà

Anzi, una recente ricerca ha dimostrato che il basilico che mangiamo in realtà contiene nevadensina, una sostanza che impedisce l’attivazione dell’estragolo.

Addirittura si è dimostrato che il basilico  contiene alcune sostanze ad attività anticancerogena!

Quindi, altro che cancerogeno, il basilico ha addirittura un’azione anticancro ed ha tutta una serie di proprietà benefiche.

ricetta-pesto-alla-genovese

Il basilico è velenoso o tossico?

Il basilico come tutte le erbe aromatiche o officinali va assunto nelle giuste dosi. In alte concentrazioni ha degli effetti collaterali o controindicazioni: può irritare la mucosa gastrica; ecco perchè alcuni lo definiscono tossico o velenoso.

Massimiliano Grimaldi
  • Laurea in Scienze della Comunicazione
  • Master in Media Relations presso la Business School del Sole 24 Ore di Milano
  • Iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Lazio, elenco Professionisti (08-03-2005)
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica