Miele proprietà controindicazioni calorie


Quali sono le proprietà del miele e quali le controindicazioni? Quante calorie e valori nutrizionali apporta? Miele alle donne in gravidanza, allattamento ed ai diabetici. E’ vero che può provocare il botulino?

Miele


Utilizzato da millenni, il miele veniva considerato il cibo degli dei, perchè apportava al corpo benessere e salute: gli antichi popoli lo impiegavano a scopo curativo o nella cosmesi e ne facevano largo uso anche in cucina.

Purifica, disseta, regolatore, refrigera e cicatrizza, sono queste solo alcune delle proprietà del miele.

Se si pensa all’espressione luna di miele, questa nasce proprio dal fatto che  durante la notte delle nozze veniva fatta bere agli sposi una particolare bevanda, l’idromele, formata da miele, lievito e acqua, in quanto si credeva essere un buon auspicio per l’arrivo di un figlio maschio.


Cos’è il miele?

Il miele è una sostanza alimentare frutto del lavoro delle api che partendo dal nettare dei fiori o dalle secrezioni di parti vive di piante, raccolgono, trasformano e lo producono con sostanze proprie deponendolo nei loro favi.


Leggi anche: Zenzero proprietà calorie e controindicazioni

nettare fiore

All’interno dell’alveare avvengono numerosi scambi da un’ape all’altra, che consentono una graduale maturazione ed arricchimento di enzimi che derivano.

Proprietà del miele

ll miele è formato per la stragrande maggioranza da zuccheri: fruttosio e glucosio(85-95 %). Seguono tra i suoi componenti: l’acqua, gli acidi organici, i sali minerali (ferro, calcio e fosforo), gli enzimi, gli aromi e molte altre.

miele per la tosse

Le proprietà fisiche e nutrizionali del miele sono dovute proprio alla sua composizione, che lo rendono, tra l’altro, un alimento di elevato valore nutritivo, facilmente assimilabile. Ma vediamo nello specifico i settori dell’organismo in cui il miele esercita i suoi benefici:

  • vie respiratorie: il miele ha un’azione decongestionante, calmante della tosse;
  • massa muscolare: il miele aumenta la potenza fisica e la sua resistenza. Nell’alimentazione degli atleti, infatti, è consigliabile assumere un cucchiaiono di miele subito prima dell’esercizio, uno durante ed infine, un altro dopo lo sforzo, per favorire il recupero;
  • cuore: il miele ha azione cardiotropa;
  • fegato:il miele ha azione protettiva e disintossicante;
  • apparato digerente: il miele ha azione protettiva, stimolante e regolatrice;
  • reni: il miele ha azione diuretica;
  • sangue: il miele ha azione antianemica;
  • ossa: il miele agisce a beneficio di un aumento di calcio e magnesio.

miele calorie

Come preparare un disinfettante naturale fai da te al miele

Il miele come disinfettante naturale grazie alla proprietà curative

Vi è mai capitato di avere un taglio o una ferita che proprio non voleva smettere di darvi fastidio?

Vediamo come curare una ferita o un taglio, ricorrendo che ci crediate o no, al miele e alle sue proprietà.

Cosa occorre: del miele, dei tovaglioli di carta, delle bende, un panno asciutto morbido e un panno umido.

Prendete il tovagliolo di carta e piegarlo formando un quadrato, quindi versare un po’ di miele;

Piegate il tovagliolo di carta, formando un piccolo rettangolo in modo che il miele coprirà un intero lato del tovagliolo stesso;

Localizzate la lesione e coprite con il tovagliolo di carta (con il lato ricoperto dal miele);

Dopo circa 2-5 secondi, iniziate a strofinare la ferita facendo un massaggio circolare. Una volta che avete fatto questo, togliete il tovagliolo di carta, ormai non vi serve più;

Afferrate una delle bende e mettetela sopra la ferita (se una benda non è sufficiente, aggiungetene delle altre fino a coprire tutta la ferita);

Pulite il miele in eccesso con il panno bagnato e poi sbarazzatevi del panno umido;

Poi prendete il panno asciutto e asciugate il bagnato lasciato dal panno umido. Mettete anche quest’ultimo da parte.

L’ultima cosa che dovete fare adesso è verificare se questo procedimento vi è stato utile.

Calorie miele

Il miele apporta all’organismo circa  303 Calorie per ogni 100g, 0 mg di Colesterolo e lipidi, 0,3 g di Proteine, 82 g di glucidi (zuccheri).

Un cucchiaino di miele (gr. 5)  fornisce solo 15 Calorie.

Gli esperti consigliano un consumo costante e giornaliero di circa 30 g. Il grande vantaggio del miele è di poter apportare all’organismo calorie prontamente disponibili, senza richiedere processi digestivi e senza apportare, nel contempo, sostanze indigeribili o dannose.

Varie tipologie di miele e proprietà

  • Miele di Acacia: è un miele corroborante, lassativo, antinfiammatorio per la gola e disintossicante del fegato. Questo viene impiegato anche contro l’acidità di stomaco.

miele acacia

  • Miele di Tarassasco: è un miele diuretico, depurativo, che apporta numerosi benefici ai reni.
  • Miele di Tiglio: viene usato per combattere l’insonnia e l’irritabilità. E’ anche un sedativo dei dolori mestruali, calmante, diuretico e digestivo.
  • Miele di Castagno: viene impiegato per la favorire la circolazione del sangue. Ha proprietà astringenti e disinfettanti delle vie urinarie. E’ consigliato agli anziani ed ai bambini.

miele castagno

  • Miele di Arancio: è impiegato per la cura dell’insonnia e del nervosismo. E’, inoltre cicatrizzante per le ulcere e sedativo antispasmodico.
  • Miele di Bosco: è il miele ideale negli stati influenzali.
  • Miele millefiori: azione disintossicante del fegato.

miele

  • Miele di Girasole: è usato per combattere il colesterolo. E’ febbrifugo ed antinevralgico.
  • Miele di erba medica: è un miele tonificante, antinfiammatorio, molto usato dagli atleti dopo vari sforzi fisici.
  • Miele di erica: è un miele antianemico ricostituente con azione antireumatica.
  • Miele di eucalipto: utilizzato per calmare la tosse, ha azione antibiotica, antiasmatica ed anticatarrale.

miele eucalipto

  • Miele di melata d’Abete: ha proprietà antisettiche polmonari.
  • Miele di melata di Quercia: è un miele antianemico. Apprezzato dagli sportivi per la grande quantità di sali minerali.
  • Miele di Timo: è un miele antisettico, calmante, febbrifugo e tonico.
  • Miele di Ginepro: è un miele particolarmente indicato nelle affezioni respiratorie.
  • Miele di Manuka: è un tipo di miele prodotto dall’impiego del polline dei fiori di Manuka ed è un ottimo rimedio naturale contro la candida, l’ulcera, colite e diarrea.

miele

Proprietà benefiche del miele di arancio

Forse è meno comune rispetto a quello classico, ma anche il miele di arancio è una vera e propria delizia per il palato, di alta qualità e con specifiche proprietà.

Se si soffre di ansia oppure si sente il bisogno di avere maggiore carica di energia, questo miele si presenta come ottima soluzione, aiutando a favorire un rilassamento senza sonnolenza.

In più, sia che venga preso sciolto in un bicchiere di acqua tiepida che puro prima dei pasti vanta la capacità di essere anche un potente depurativo e calmante per lo stomaco soprattutto nel caso di dolori dovuti ad ansia oppure ad un pasto troppo abbondante.

Con l’arrivo del freddo e la voglia di consumare bevande calde, come una fumante tazza di thè, il miele di arancio, a differenza del classico, si presenta come il più aromatico ed è un perfetto sostituto dello zucchero.

Controindicazioni del miele

Il miele normalmente è privo di controindicazioni, a patto che, come tutti gli alimenti, non venga assunto in dosi esagerate.

Anche se molto raro come fenomeno, il miele potrebbe scatenare il botulino infantile nei bambini sotto i 12 anni di età.

Miele, Bambini

Miele gravidanza e allattamento

Alle donne in gravidanza o in allattamento si consiglia l’uso di miele pastorizzato che rimuove eventuali microbi presenti.

Bisogna comunque seguire le norme igieniche per scongiurare la seppur bassa probabilità di entrare a contatto con il Clostridium botulinum, comunemente conosciuto come Botulino, un batterio che può contaminare il miele ed anche un numero esiguo di spore potrebbe essere problematico per un neonato.

Quali sono i sintomi del botulismo infantile

Fra i sintomi più comuni di botulismo infantile annoveriamo difficoltà respiratorie, difficoltà motorie del capo, disturbi intestinali, sonnolenza, o apatia, difficoltà nell’allattamento o deglutizione.

In presenza di questi sintomi è bene rivolgersi immediatamente a un pediatra.

Miele e diabete

Il miele è ricco di fruttosio e si comporta per un diabetico come lo zucchero. Va consumato con estrema parsimonia e bisogna controllare con attenzione il quantitativo ingerito in rapporto all’indice glicemico.

Cose da sapere sul miele

Il miele è un prodotto costituito essenzialmente da zuccheri che ha una durata legale di 5 anni o quanto indicato sulle confezioni.

Un modo di dire, il miele buono è quello dell’anno prima, fa comprendere come il miele andrebbe consumato dopo un anno dalla produzione anche per logiche sanitarie per quanto riguarda quello prodotto in casa.

Galleria foto ed immagini del miele

Filomena Spisso
  • Scrittore e Blogger

Commenti (5): Vedi tutto

  • Rosa Lombardi - - Rispondi

    Per niente Pitagora faceva colazione con pane e miele? aiuta molto il nostro corpo… se preso regolarmente e in piccole quantità *__*

  • letizia - - Rispondi

    ciao, articolo esaustivo senza essere pesante. mi piace

  • Ottavio - - Rispondi

    Ritengo le informazioni utili e sintetiche, grazie.

  • Simona - - Rispondi

    Ottimo articolo esaustivo

  • naoual - - Rispondi

    informazioni interessanti e utili ,scritti con molta precisione.
    grazie mille.

Lascia una risposta