Cibi sani che fanno ingrassare


Quali sono i cibi che fanno male alla dieta anche se sono ritenuti sani? Quali cibi evitare per non ingrassare?

best-foods-to-eat-while-pregnant7

In questo articolo vedremo quali sono i cibi accumulagrassi, i cibi bruciagrassi ed alcuni trucchi e segreti per perdere peso, mangiando.

Vediamo quali cibi ritenete sani e che invece possono portare problemi alla vostra linea:


Succhi d’arancia o agrumi

succo d'arancia

Sono un alimento ritenuto sano e genuino che viene consigliato ai ragazzi per l’apporto di vitamine.

Nella realtà solo i succhi puri sono realmente sani per la nostra alimentazione e per la nostra linea, perché quelli prodotti da processi industriali diventano, dopo la lavorazione, dei prodotti contenenti per lo più zuccheri che fanno aumentare la glicemia, con conseguente aumento dell’insulina che attiva il processo di accumulo dei grassi.

Oltre ai succhi, rientrano in questa problematica molte tipologie di pronti e bevande gassate.

Margarina

food-25232_640

La margarina è un olio spalmabile che può contenere grassi trans, ossia con aggiunta di idrogeno che serve per aumentare la durata di conservazione in frigo.

Il problema è che questo processo di idrogenazione inattiva alcune sostanze utili all’ organismo ed altera la struttura di alcuni acidi grassi, aumentando il livello del colesterolo cattivo ldl, diminuendo nel contempo il colesterolo buono hdl.

Alternative alla margarina? Burro o margarina?

Dovendo scegliere, conviene usare il burro che comunque non è il massimo per la dieta per la presenza di grassi saturi. Un’alternativa che può farci prediligere la margarina al burro arriva dai prodotti di ultima generazione: le margarine non idrogenate.

Pane di farina integrale

Schermata 2014-06-26 alle 16.12.17

Sembrerà strano a molti, ma bisogna stare molto attenti nella scelta della tipologia di pane integrale: infatti molti tipi di pane integrale sono composti da farina ed un derivato della crusca, entrambi privi delle sostanze più preziose per l’organismo, frutto della lavorazione che hanno subito.

Soprattutto quando compriamo pane integrale al supermercato, stiamo attenti agli acquisti: il vero pane integrale è di colore scuro, mentre quello prodotto con farina 0 è per lo più bianco con dei puntini neri caratterizzati dal derivato della crusca.

Questa tipologia di pane, aumenta la glicemia e quindi il deposito conseguente di grasso ed è quindi un nemico per la nostra dieta.

Ma ancora più dannosi sono gli altri tipi di pane bianco a base di farina 00 che è contenuta anche in altri alimenti quotidiani quali pasta, dolci e pizza.

bread-6110_640

Il pane bianco o di farina 00 ha perso gran parte delle proprietà contenuti nella crusca e nel germe di grano, quali sali minerali e vitamine del gruppo B.

Per approfondimenti: vedi anche le calorie del pane.

Il pane bianco inoltre è un nemico della linea per via dei carboidrati. Il nostro corpo metabolizza i carboidrati, portando ad un aumento della glicemia, che è causa della tendenza del nostro organismo a mantenere i grassi.

Però dobbiamo dividere i carboidrati in due categorie:

Carboidrati semplici presenti in frutti e verdure.

Carboidrati complessi presenti in pane, pasta, pizza, dolci, birra, vino.

Non dobbiamo fare a meno dei carboidrati, ma dobbiamo consumare con equilibrio, abbinati a pietanze con proteine.

Zucchero bianco

sugar-258113_640

Questo non apporta nulla all’organismo, anzi innesca un indebolimento: appena assunto, lo zucchero viene immagazzinato nel fegato in forma glicogeno. Quando si satura la quantità recepibile, il glicogeno in eccesso ritorna nel sangue sotto forma di acidi grassi i quali vengono trasportati soprattutto nel ventre, nelle gambe/cosce, sulle natiche e nel petto.

Alternative allo zucchero bianco

honey-352205_640

Da preferire lo zucchero di canna  che contiene le vitamine e i sali minerali utilizzati dall’uomo per la sua digestione. Lo zucchero bianco li perde durante la raffinazione.

Per approfondimenti: Quale zucchero scegliere tra il fruttosio, lo zucchero di canna e lo zucchero bianco?

Una valida e salutare alternativa agli zuccheri è il miele.

leggi anche: perchè preferire il miele allo zucchero.

Soia

soybeans-182295_640

La soia ha molte proprietà, ma il problema risiede nella trasformazione che questo alimento subisce in lavorazione e nel fatto che la grande parte di questo alimento è un prodotto geneticamente modificato.

Il nostro organismo non è in grado di trattare i prodotti OGM; inoltre la soia è anche estrogenica: ossia mina finemente gli ormoni del nostro corpo, questo si tramuta in grasso addominale.

Inoltre rallenta il metabolismo; basti pensare che gli allevatori di bestiame utilizzano la soia per rallentare  il metabolismo e velocizzare l’aumento di peso dei capi di bestiame.

Alternative alimentari: legumi e frutta secca.

Mais

sweetcorn-18814_640

I cibi geneticamente modificati, tra cui anche il mais, sono spesso presenti nella nostra alimentazione. Come per la soia ogm, anche il mais è un elemento da evitare.

E non lasciatevi ingannare dai cereali di mais a colazione!

Dado

dado

Il dado è essenzialmente un prodotto che insaporisce i cibi. Possiamo classificarlo come un alimento inutile all’organismo, ma quando contiene glutammato monosodico, un additivo, diventa potenzialmente pericoloso ed è nocivo alla nostra dieta.

Quindi prima di acquistare i dadi fate bene attenzione agli ingredienti.

Consigli alimentari

Diete drastiche: perché è sconsigliato farle?

La regola numero 1 è evitare diete drastiche, perché queste fanno crollare il livello di glicemia, aumentando il senso di fame e quindi il sacrificio a cui ci sottoponiamo.

belly-2473_640

L‘organismo attua una prevenzione naturale alle siccità e confonde la dieta con questo fenomeno, quindi anche se inizialmente si perdono chili si ha un naturale stop alla perdita di peso, rallentando le attività dell’organismo: si riduce la produzione di calore corporeo, il numero di respiri e battiti cardiaci e si “utilizzano” i muscoli al posto dei grassi, tutto questo per ridurre la perdita di peso in vista della “carestia” prevista dal nostro organismo.

In pratica il metabolismo tende a rallentare e quindi dopo la perdita dei chili iniziali, se si torna a mangiare normalmente, si riprendono velocemente i chili persi e si supera il peso precedente alla dieta, perché il corpo deve anche riacquistare il precedente metabolismo.

Mangiare poco e spesso

pizza-346985_640

Conviene consumare piccoli snack frequenti. Serve a mantenere stabile il livello di glicemia e quindi tenere stabile il livello bruciagrassi.

Bilanciare i pasti

Bisogna avere un’alimentazione equilibrata, bilanciando carboidrati semplici, complessi e proteine. In questo modo il nostro organismo è in grado di lavorare correttamente e bruciare i grassi in eccesso.

Stress

frame-78003_640

Quando si è in una situazione di pericolo il nostro organismo produce cortisolo per dare energia aggiuntiva. In quei casi le attività bruciano il cortisolo.

Il problema è che anche lo stress, innesca la produzione di cortisolo, che aumenta anche  l’appetito ed il desiderio di zuccheri. In questa situazione non c’è l’attività fisica per sfuggire ad un pericolo, e quindi il nostro organismo trattiene cortisolo, aumenta il senso di fame e richiede zuccheri, con un conseguente accumulo di grassi, soprattutto sul ventre.

Esercizi fisici

Non dimentichiamo mai di fare quotidianamente un po’ di sport.

Fare la spesa a stomaco pieno

Grocery-Cart

Questo trucco servirà a portare a casa cibi sani. Quando ci rechiamo ai supermercati con una sensazione di fame, siamo portati a comprare una maggiore quantità di cibi spazzatura.


Vuoi ancora più SoloDonna?

Accedi gratuitamente ai nostri video, news e anticipazioni.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta