Succhi di frutta fanno male


succhi di frutta


Alzi la mano chi prima di iniziare a leggere questo articolo credeva che i succhi di frutta fossero la perfetta alternativa frutta fresca?

Succhi di frutta pericolosi per la salute del cuore e del fegato

Io per prima infatti sono rimasta decisamente sbalordita dei risultati emersi da una ricerca pubblicata su una nota rivista del settore: Megnut – Juice is junk food , in cui viene sottolineato quanto i succhi di frutta industriali con aggiunta di zuccheri possano nuocere alla nostra salute piuttosto che far del bene.

I succhi di frutta non sono di fatto così salutari come molte case produttrici vogliono farci credere, compresi quelli che promettono con le loro etichette di contenere una percentuale bassissima di zuccheri all’ interno della loro composizione.


Leggi anche: Succhi di frutta fanno male quanto le bevande gassate

succhi di frutta

Si da il caso che questi succhi di frutta industriali vengano prodotti con una notevole percentuale di zuccheri, motivo che già dovrebbe spingersi verso il consumo di frutta fresca di stagione piuttosto che in bevande, che nonostante la freschezza, ci fanno male.

Gli studi pubblicati sulla rivista Megnut infatti prendono come spunto una marca di succhi in voga in Usa, la quale promette di contenere al suo interno solo zuccheri della frutta, mentre invece la sua percentuale è in linea con quella, se non superiore, di bevande industriali quali la Pepsi.

Quando si vuole dare importanza alla presenza di zuccheri all’ interno di un certo alimento, bisogna prestare maggiormente attenzione al glucosio piuttosto che al fruttosio, in quanto il primo è quello che viene metabolizzato da tutto il corpo il secondo invece è quello che rischia di affaticare il fegato e non solo visto che viene tramutato in grasso e non favorisce l’ insulina.

Cose da sapere : Frutta utilizzata per la produzione industriale di succhi e lavorazione

Generalmente la frutta utilizzata è quella derivante dagli scarti dei banchi per il consumo di frutta fresca.

A questo si aggiunge che molte delle proprietà della frutta si perdono durante la lavorazione che prevede trattamenti di pastorizzazione che eliminano enzimi e vitamine, oltre all’aggiunta di acido citrico, di chiarificanti a base di proteine animali (non riportati sulle etichette in quanto non considerati ingredienti).

E come dicevamo in precedenza, aggiunta di zuccheri che amplificano l’apporto calorico dei succhi di frutta.

centrifuga-frutta

Succhi di frutta benefici

Il contrario avviene invece per i succhi di frutta preparati in casa con l’ausilio di un frullatore, una centrifuga o un estrattore.

In questo caso, evitando l’aggiunta di zuccheri, si può godere delle vitamine e delle proprietà della frutta, contendo l’apporto calorico a quello dei frutti e delle quantità assunte.

In genere un succo fatto in casa apporta per 100 g circa 50 calorie.

SoloDonna
  • Scrittore e Blogger

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta