Cosmetici falsi: come riconoscerli

Oltre al danno economico per le aziende che soffrono per i risultati della contraffazioni i cosmetici falsi posso arrecare seri danni alla pelle, come arrossamenti, allergie e shock anafilattici! Scopriamo insieme come riconoscerli ed evitarli!

Schermata 2020-12-18 alle 12.33.06

A seguito di una serie di sequestri di prodotti cosmetici contraffatti l’Associazione Italiana Imprese Cosmetiche ha lanciato l’allarme. Sul mercato italiano, di recente, sono stati trovati bagnoschiuma, rossetti, creme e tanto altro ancora provenienti dalla Cina, in confezioni che spesso imitano quella originale ma che di “vero”, non hanno nulla.

Come riconoscere i cosmetici falsi

Woman shopping in cosmetics shop

Riconoscere i falsi non è sempre semplice ma, seguendo alcune dritte, possiamo riuscire a scovare i prodotti “finti”. Ecco come!

Il primo segno che i prodotti cosmetici possono essere contraffatti riguarda il prezzo: se questo troppo basso è indice di prodotto non idoneo. Non solo potrebbe esser falso, poi, ma anche scaduto.


Leggi anche: Scottature solari, eritemi e ustioni: come riconoscerli e cosa fare

Un altro elemento da considerare è il canale di vendita. Diffidate dei prodotti di marca venduti a basso prezzo su internet o sulle bancarelle dei mercati, con una differenza ingiustificabile anche in considerazione degli sconti.

Anche il packaging può aiutarvi. Se è diverso da come dovrebbe, se presenta sbavature di stampa, colori atipici o confezioni di bassa qualità allora potrebbe avere qualche problema.

La consistenza, poi, può fornirvi altri utili indizio: se notate una texture troppo densa, acquoso o oleosa non acquistate assolutamente il prodotto!

Insomma, creme, smalti, rossetti o altri prodotti Beauty di marca si fanno pagare, ma piuttosto che scegliere di acquistarli contraffatti è meglio optare per prodotti appartenenti a brand meno costosi, come Kiko o Bottega Verde, che, però, sono stati clinicamente testati e sono sicuri!

Arianna Preciballe
Suggerisci una modifica