Estetiste fai da te: pulire e nutrire la pelle, come curare i capelli


Con parrucchieri ed estetisti chiusi, aumentano i trattamenti improvvisati con prodotti e metodi casalinghi. Ma in questo modo si possono presentare alcuni problemi. Ecco come evitarli con i consigli dell’esperto.

ceretta


Tinte fai-da-te, depilazioni in casa, unghie indebolite da smalti semipermanenti levati non in istituto, ma in solitaria, tra le pareti domestiche. Con il “lockdown” e la chiusura di parrucchieri ed estetisti, molte abitudini igieniche ed estetiche sono in parte cambiate, per le donne e non solo.

Tuttavia, a fronte di questa situazione, possono presentarsi diverse conseguenze problematiche, da reazioni cutanee causati da prodotti a cui si è allergici a follicoliti. A evidenziare le conseguenze rischiose e a dare alcune raccomandazioni ci ha pensato Antonio Cristaudo, Direttore della Dermatologia Allergologica dell’Istituto Dermatologico San Gallicano di Roma.

Coronavirus, come pulire e nutrire pelle e capelli


Leggi anche: Succo di cetriolo: per pelle e capelli sani

Face-Moisturizer-Skin

Non va trascurato nulla per quel che riguarda la normale routine di pulizia e nutrimento della pelle. Ha spiegato l’esperto Cristaudo: “In questo periodo, probabilmente si utilizzerà meno make up, ma non vuol dire che non bisogna stare attenti. A seconda di età e tipo, la pelle va detersa e idratata. La normale detersione deve continuare e una crema idratante è necessaria, seppure in quantità un po’ più ridotta o con prodotti più leggeri”.

Per la pulizia dei capelli meglio optare per prodotti “non aggressivi e che tengano in considerazione le caratteristiche dei capelli stessi“.

Coronavirus e fai-da-te: prurito in testa, follicoliti e allergie

at-home-hair-color

Per le tinture, sottolinea ancora Cristaudo, bisogna “sapere cosa c’è dentro. Per quanto riguarda, ad esempio, la parafenilendiamina, una delle componenti più importanti della tintura, chi è allergico non può comprare prodotti che la contengono o anche con un nome simile. Se si è avuto prurito in testa o piccole reazioni, a casa può essere peggio”.

Per la depilazione, soprattutto quella a strappo, “il trauma stesso dell’asportazione della ceretta può dare dei problemi e provocare una follicolite”. Il consiglio è “l’utilizzo prima di una crema leggermente idratante e successivamente di una che contiene un po’ di antibiotico e un po’ di cortisone, specie in chi sa già di avere questa problematica”.

Le unghie vanno curate soprattutto se indebolite e sfaldate, con smalti protettivi e nutritivi. Consigliati anche gli scrub per viso e corpo, ma niente fai-da-te con prodotti casalinghi, principalmente perché è difficile individuare la quantità giusta dei vari ingredienti.

Commenti: Vedi tutto