Mascherina causa di acne e arrossamenti? Come prevenirli e contrastarli

La mascherina, ormai accessorio fondamentale e vitale per noi, a volte potrebbe portare a qualche piccolo inconveniente, soprattutto se viene indossata tutto il giorno. Scopriamo come poter prevenire e curare l’acne e i rossori che può provocare.

SH-donna-mascherina

La mascherina è ormai diventata uno degli accessori dei quali, volente o nolente, non si può più fare a meno, per la nostra sicurezza e per la tutela di chi ci circonda. Ci stiamo rendendo conto di quanto la prevenzione e la cura della persona siano valori da riscoprire e da coltivare ogni giorno e anche se questo significa cambiare un pò le nostre abitudini, non ci faremo trovare impreparati.

Acne e rossore causati dalla mascherina

ed74f39f78e6133398afb8025fcf15c8

Come ogni novità, anche l’uso della mascherina porta con se qualche inconveniente, soprattutto a chi, per motivi di lavoro o altro, deve indossarla tutto il giorno, incorrendo così in irritazioni che possono arrivare anche ad una forma di acne, nota come Maskne (acne da mascherina). Il tipo e la gravità di reazione cutanea dipende dal tipo di pelle più o meno delicata, ma l’insorgere di arrossamenti è comune a tante persone e diverse sono le cause che li provocano.


Leggi anche: Acne brufoli e punti neri

Primo tra tutti lo sfregamento continuo di un materiale (TNT Tessuto Non Tessuto) su zone del viso che sono tendenzialmente sempre scoperte o che al massimo ripariamo con una morbida sciarpa in lana o pile nelle fredde giornate invernali.

Altra causa dell’arrossamento da mascherina è da ricercare nella mancanza di ricambio d’aria e l’aumento dell’umidità generata con la respirazione, che non favoriscono il normale ricambio del sebo e quindi la rigenerazione della pelle.

Tutti questi inconvenienti uniti all’aumento della temperatura sotto la mascherina e alla conseguente chiusura dei pori, possono portare in alcuni casi alla formazione anche di brufoli e acne rosacea.

Rimedi e consigli utili per proteggere la nostra pelle

unnamed

Skin care quotidiana: una buona routine giornaliera di cura della pelle del viso, è fondamentale soprattutto quando insorgono problemi di arrossamenti e acne. La detersione al mattino, con detergenti non aggressivi e a base di acido salicilico, aiuta ed eliminare le impurità e il sebo in eccesso e favorisce la respirazione della pelle. A seguire una crema idratante non eccessivamente grassa, garantisce la protezione della pelle senza andare ad ostruire i pori.

Durante la giornata si può ricorrere più volte all’acqua termale in spray che, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie migliora l’ossigenazione e la microcircolazione dei tessuti.


Potrebbe interessarti: Acne: che cos’è, sintomi e terapie

Alla sera, quando sarà finalmente possibile togliere la mascherina, lavare accuratamente il viso con acqua micellare e prodotti dai principi attivi calmanti. Una volta a settimana prevedere una pulizia del viso un po più profonda con vapore per l’apertura e pulizia dei pori, peeling specifici non aggressivi, maschera nutriente ed idratante (maschere naturali, a base di avocado, miele, avena e crusca), per dare nuova vita alla pelle del viso.

E’ consigliato inoltre l’utilizzo di porta mascherina in cotone, a tasca, che contiene al suo interno la mascherina chirurgica di protezione per assicurare un contatto più delicato e meno irritante con la nostra pelle.

Iscriviti alla Newsletter

Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter