Antiossidanti: anti-age naturali nei cibi

Arianna Preciballe
Esperta di: Gossip, Moda e Design

Non solo medicine o sieri miracolosi; anche alcuni cibi possono essere utili a contrastare l’invecchiamento cutaneo e i radicali liberi. Quali sono i più indicati? Scopriamo insieme i consigliati dagli esperti. 

Betacarotene e vitamine: antiage naturali

Contrastare radicali liberi con le proprietà degli alimenti si può e, soprattutto, si deve. È infatti molto utile agire dall’interno integrando nella propria alimentazione cibi ricchi di vitamine e betacarotene, ad alto potere antiossidante.

Se si vuole neutralizzare efficacemente l’azione dei responsabili dell’invecchiamento della propria epidermide, certo, è necessario che l’azione non sia solo esterna ma che venga aiutata con specifici trattamenti beauty ma è necessario anche che questi vengano affiancati ad una sana e corretta alimentazione ricca di alimenti che sono dei veri e propri “antagonisti naturali”.

Quali cibi sono i più utili?

Alimenti e antiossidanti: quali sono i più ricchi?

Betacarotene e vitamine: antiage naturali

I cibi ricchissimi di antiossidanti sono soprattutto frutta e verdura arancione, e cioè carote e albicocche secche, entrambi ricchissimi di tali proprietà.

Naturalmente visto che le carote sono ricchissime di betacarotene è consigliabile consumare a giorni alterni se non si vuole un’abbronzatura tendente all’arancio.

Utilissimi inoltre sono una spremuta di mirtilli, ottima soprattutto per coloro che hanno problemi con i capillari fragili.

E se tutto ciò non dovesse bastare potreste anche scegliere di abbinare al tutto anche il consumo di integratori a base di vitamine A ed E, naturalmente chiedendo al vostro medico di fiducia.

Il tutto è consigliabile almeno tre settimane prima di esporsi al sole e preparare così al meglio l’epidermide e continuare per tutto il periodo, fino ad un mese dopo la fine delle vacanze.

Naturalmente tutto ciò non funge da “protezione” contro i raggi UVA/UVB e, infatti, le scottature possono essere sempre dietro l’angolo; la pelle, infatti, deve essere invece esposta con gradi aiutandovi sempre da una specifico fattore di protezione adatto al proprio tipo di pelle.