Cosa ti manca per essere felice?


Ci lamentiamo continuamente per ciò che ci manca, che non abbiamo e che vorremmo…ma siamo sicuri che la nostra felicità dipenda da qualcosa di esterno a noi?

#14-3


Se avessi… lamentarsi non è la strada giusta

Se avessi più soldi, se avessi più tempo, se avessi una casa in riva al mare (questo lo dico spesso…) se avessi un uomo che mi riempie di attenzioni, se avessi… se avessi… la lista potrebbe essere infinita e troppo spesso passiamo più tempo a lamentarci per ciò che non abbiamo, che a godere di ciò che invece fa già realmente parte della nostra vita, del nostro ambiente ma che ignoriamo distratti.

Tutto questo ci crea spesso malessere e insoddisfazione e un senso di rassegnazione che ci porta quasi a convincerci che la felicità non è per noi. Ma siamo davvero convinti che avere più soldi o tutto il resto ci porterà direttamente alla felicità? O forse ci occorre qualcosa di più profondo, che riempia cuore e anima, qualcosa di più appagante e che niente e nessuno può portarci via come accade per le cose materiali?


Leggi anche: Verissimo, a Elisabetta Canalis manca la sua famiglia

Dare il giusto valore alle cose

#14-1

Di sicuro una buona stabilità economica può aiutarci a vivere meglio, permettendoci di affrontare con più tranquillità gli eventi che la vita ogni giorno ci mette di fronte, ma se alla base non abbiamo una buona stabilità interiore emotiva, rischiamo di vivere in balìa dell’incertezza.

Ho imparato che quando abbiamo fiducia in noi stessi e nella nostra capacità di cavarcela sempre, quando abbiamo alla base una buona autostima (un lavoro da fare assolutamente su noi stessi), tutto il resto diventa solo una bella cornice che impreziosisce il magnifico quadro che siamo noi.

Un bel vestito, un paio di scarpe nuove alla moda, una cena in un posto esclusivo o la vacanza vista mare, sono “cose” bellissime che sicuramente possono regalarci attimi di benessere, ma non sono la felicità. Se dentro di noi viviamo in conflitto per una realtà che non ci appartiene, se dobbiamo adeguarci a persone e situazioni, se vorremmo fuggire ma non troviamo il coraggio e ci costringiamo ad ingoiare bocconi amari per paura del cambiamento e di restare soli, di sicuro non basteranno quelle “cose” a darci quella serenità interiore che tanto desideriamo.

Gratitudine e abbondanza

#14-2

Il segreto sta nell’imparare ad apprezzare ciò che abbiamo, nella gratitudine per tutte le piccole cose della vita quotidiana, l’abbondanza di amore e bellezza di cui siamo circondati, la meraviglia della natura e più di tutto la consapevolezza che siamo esseri speciali, unici e che non dobbiamo andare a cercare fuori ciò che invece dobbiamo coltivare dentro di noi. Perché fin quando non avremo pace e serenità interiori, niente potrà farci stare bene…la felicità è uno stato dell’anima e non una mancanza da colmare.


Potrebbe interessarti: Verissimo anticipazioni: Levante innamorata e felice con…

Commenti: Vedi tutto