Cos’è l’autostima?


autostima2.26.jpg


L’autostima, un concetto  troppo spesso inteso in maniera errata e quindi molto lontano da ciò che essa è in realtà.

L’autostima spesso è determinata dall’opinione degli altri, opinione che può avere anche motivazioni effimere o mendaci, come il  dipendente che ha un atteggiamento referente nei confronti del suo capo solo per convenienza, mentre dentro di se ha tutta un’altra opinione nei suoi confronti.

L’autostima si potrebbe definire come il valore che si attribuisce a se stessi, ma non influenzato dall’opinione degli altri, bensì per ciò che si sente di essere realmente.

In fondo, l’autostima è la capacità di amare ed essere amati, a prescindere dalle proprie capacità lavorative o dalle dimensioni del portafoglio, ma semplicemente per quello che si è, per le proprie azioni non economicamente quantificabili, per i propri sentimenti.


Leggi anche: Autostima a pezzi? Make-up per valorizzarsi

Del resto è l’amore che, nel bene e nel male, fa girare il mondo, quindi nessuna meraviglia.

autostima.40.jpg

Spesso, come detto all’inizio, il concetto di autostima è profondamente errato, perchè si nutre di successi, in ambito lavorativo in particolar modo e quindi economici, che però in men che non si dica si possono pure tramutare in insuccessi, e in quel caso l’autostima andrebbe a farsi benedire facendo precipitare il soggetto nella depressione più profonda.

Solitamente, chi ha questo concetto errato di autostima, è alla continua ricerca di confronti con gli altri, con i suoi colleghi di lavoro o con i suoi competitori, autostima che crescerebbe a dismisura per ogni confronto vinto, ma guai a perderne uno, sarebbe una vera e propria tragedia.

Un po’ come se un tennista valutasse se stesso in base ai suoi successi sportivi.

Alla prima sconfitta, probabilmente appenderebbe la racchetta al chiodo, ma questo esempio vale un po’ per tutte le attività  della vita, lavorative e non, che richiedono un confronto.

L’autostima è in se stessi, ma solo per il valore che ci si attribuisce, a prescindere dai fattori esterni, fatta eccezione per l’amore inteso, ovviamente, in senso lato.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta