Creme solari: quando scadono e come conservale

Quando scadono le creme solari già utilizzate? Scadenza delle creme solari e possibilità di usare creme e spray già aperti? Come si conservano? Consigli utili per usare al meglio le creme solari durante l’estate

creme solari

Alla fine della stagione estiva non sempre riusciamo a terminare le creme solari anche perché ne vengono utilizzate di diverse tipologie, soprattutto se si hanno problemi di pelle sensibile.

Inoltre particolari punti del corpo necessitano di più appropriati trattamenti, con livelli protettivi maggiori, motivo per cui si aprono diversi flaconi e non vengono consumati tutti allo stesso modo.

scadenza_creme_solari_1.5.jpg

Scadenza creme solari

Ed ogni anno anche a me capita di non avere comprato ancora le nuove creme solari e ritrovarmi al mare con flaconi semivuoti o già aperti e pormi domande riguardanti le loro scadenze.

Inoltre non di rado sole, acqua di mare e la stessa crema hanno portato via le informazioni relative presenti sul retro della confezione.


Leggi anche: Avanti un altro! di Paolo Bonolis: casting aperti per la nuova Bona Sorte

abbronzatura

Scadenza di tre anni per le creme solari già utilizzate

Ed allora quando scade la crema solare e quando non deve essere più usata?

La Skin Cancer Foundation americana sostiene che i filtri solari delle creme hanno una scadenza di 3 anni.

Dunque non è sempre vero che le creme solari vanno gettate via da un anno all’ altro, ma bisogna tenere in considerazione lo stato di conservazione e verificare se consistenza ed odori siano alterati.

In genere i filtri protettivi e doposole spray si conservano meglio.

Ricordiamoci inoltre che le confezioni potrebbero alterarsi anche già prima e che la durata dall’apertura della confezione, definita con il simbolo PAO (period after opening) ossia tempo massimo di vita della crema successivamente alla sua apertura, è in genere di 1 anno.

Se la crema non è omogenea o ha un odore strano rancido evitare di utilizzarla anche se non è ancora scaduta.

scottature-sole

Come conservare le creme solari

Per mantenere l’efficacia delle creme bisogna sempre chiudere il flacone ed evitare che sabbia ed acqua di mare o altri liquidi entrino nella confezione.

Evitare di lasciare le creme esposte ai raggi solari ed evitare confezioni con aperture grandi come barattoli. Molto meglio piccoli tubetti che hanno una resa ermetica maggiore.

Dove e come conservare la crema solare

E allora come conservarla al meglio evitando di farla rovinare o renderla inutilizzabile per la prossima estate?
Ecco i consigli di Altroconsumo che indicano in temperatura e fonti di calore i rischi più grandi


Potrebbe interessarti: Nike: le nuove scarpe che si indossano senza mani

  • Evitare in spiaggia di mischiare la sabbia con la crema solare: puliamoci bene le mani di prima di maneggiare la confezione se aperta e, ovviamente, evitiamo di appoggiarla sulla sabbia
  • Le alte temperatura rovinano il prodotto: evitiamo di tenerla in macchina sul cruscotto o al sole
  • Dopo l’uso, scontato dirlo ma non si sa mai, richiudiamo sempre la confezione
  • Non occorre tenerla in frigo: basta un luogo fresco e asciutto, lontano (come sempre) da luce diretta dal sole. Evitiamo quindi di tenerla in bagno dove, l’umidità, regna quasi incontrasta.

Comprare nuove creme solari

Ad ogni modo noi consigliamo l’uso di creme già aperte solo per una situazione di ripiego momentaneo e di comprare una nuova crema abbronzante appena possibile.

Del resto una buona protezione tutela la nostra salute e ci protegge dai raggi solari

crema-solare

Consigli sulle creme solari

Massimiliano Grimaldi
  • Laurea in Scienze della Comunicazione
  • Master in Media Relations presso la Business School del Sole 24 Ore di Milano
  • Iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Lazio, elenco Professionisti (08-03-2005)
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica