Dolori ai piedi da tacchi alti: rimedi e consigli

Arianna Preciballe
  • Esperta di: Gossip, Moda e Design

I tacchi alti sono tanto belli quanto dolorosi, specie quando si indossano per ore ed ore durante l’intera giornata. Come si può fare, allora, per cercare di alleviare il dolore provocato da questa calzature?

Dolori ai piedi da tacchi alti: rimedi

Se anche voi siete amanti del tacco alto e proprio non volete rinunciarvi, con dei semplici esercizi potrete rilassare piedi, gambe e caviglie per sentirvi meglio dopo aver indossato queste eleganti scarpe.

Basterà qualche esercizio…

Tacchi alti? Come combattere il dolore

Dolori ai piedi da tacchi alti: rimedi

Gli esercizi che vi consigliamo vanno eseguiti al rientro a casa, prima di una doccia o un bagno rilassante.

1° esercizio: distendetevi sul divano e rilassate tutta la muscolatura degli arti inferiori. Restate in questa posizione per circa 10 minuti.

2° esercizio: riguarda il rilassamento dei piedi. Ponetevi supine con le gambe distese e aprite a ventaglio le dita dei piedi, ripetendo l’esercizio una decina di volte.

3° esercizio: serve a distendere i muscoli del polpaccio. Basta sedersi su una sedia e stendete bene le gambe, fare leva sui talloni poggiati al pavimento e stendere il muscolo del polpaccio. Servendovi di un asciugamano posizionato sotto la pianta del piede, stirate i muscoli tirando l’asciugamano leggermente verso il vostro torace fino a sentire che i muscoli si stirano. Restate nella posizione per circa 2 minuti prima di ripetere l’esercizio con l’altra gamba.

Ricordate, però, che per indossare i tacchi alti e bene avere un piede curato. Se la pelle è screpolata e secca, infatti, la visione sarà davvero antiestetica. Come fare, allora, per rimediare?

Piedi secchi? Come curarli

Dolori ai piedi da tacchi alti: rimedi

Per avere dei piedi a prova di sandalo è bene seguire vari step, da ripetere con costanza.

– idratate quotidianamente il piede con una crema nutriente ed emolliente (adatta alla pelli secche) prima di andare a letto;

– almeno 2 volte a settimana fate un impacco o con olio d’oliva oppure con olio alle mandorle (basta cospargere il piede di olio e coprirlo con un calzino di cotone) lasciando agire tutta la notte;

– una volta ogni 15 giorni fate un peeling al piede, che potete o preparare voi (con nocciole, miele e alicocche) oppure da comprare in erboristeria.

Se il problema è piuttosto grave e le screpolature accentuate potete utilizzare il Tea Tree Oil, che ha un’azione antinfiammatoria, questo da alternare ad una crema alla calendula, con azione emolliente.

N.B. E non dimenticate che anche i piedi hanno bisogno delle cure adatte, per cui almeno una volta al mese fate un rigenerante pedicure.