La nitroglicerina e gli attacchi cardiaci

nitroglicerina

La nitroglicerina, il ben noto cerotto che rilascia questa sostanza utilizzato da tutti i soggetti con problemi cardiaci, sembra avere un suo lato oscuro del tutto sconosciuto fino a poco fa.

A rivelarlo è una recente ricerca effettuata dalla Stanford University School of Medicine che ha evidenziato come i soggetti che fanno uso continuativo di questa sostanza possono andare incontro ad un danno cardiaco molto più severo in caso di evento infartuale.

La nitroglicerina, utilizzata ormai da un centinaio d’anni, viene somministrata proprio perchè ha un effetto vasodilatatore, effetto che per i soggetti con problemi cardiaci o per coloro che sono reduci da un infarto, è di estrema importanza.


Leggi anche: Sonia Bruganelli confessa a Paola Perego: “Ho sofferto di attacchi di panico”

Viene somministrata in due modalità differenti: o come compressa sublinguale in caso di attacco cardiaco o in caso di un attacco di angina, o come cerotto che solitamente si applica tutte le mattine e si rimuove la sera come cura preventiva e di mantenimento.

Il problema, evidenziato dalla ricerca, è che questa sostanza, messa come detto in commercio da circa 100 anni e quindi non testata con le moderne tecniche di laboratorio, distrugge un enzima molto importante per la funzionalità del muscolo cardiaco, l’ALDH2, che  ha il compito di proteggere il cuore in caso di ischemia o comunque in caso di riduzione del flusso sanguigno.

Le prove di laboratorio hanno altresì dimostrato che, se in concomitanza alla glicerina si somministra un altro enzima, l’Alda-1, gli effetti negative prodotti dal trattamento con nitroglicerina vengono del tutto cancellati.

Una certa assuefazione dell’organismo agli effetti della nitroglicerina erano già noto da tempo, tanto è vero che la prescrizione dei cardiologi prevede l’utilizzo del cerotto per soli 16 ore continuative, praticamente va messo la mattina e rimosso la sera.

Questa nuova scoperta non potrà far felici i soggetti che ne fanno un utilizzo continuativo, tuttavia è lecito immaginare che ben presto potrà essere messo in commercio un cerotto di nuova generazione, immune dagli effetti negativi appena descritti.


Potrebbe interessarti: Il Paradiso delle Signore e Un Posto al sole, anticipazioni oggi 29 giugno