Perdere peso abbassando il riscaldamento


Le temperature calde di casa fanno male alla linea

Noi occidentali abbiamo il brutto vizio di voler vivere l’estate anche durante l’inverno, e puntualmente con l’arrivo dell’inverno alziamo i riscaldamenti di casa per starcene a mezze maniche anche con temperature glaciali fuori.

scaldarsi al termosifone

Questo è assolutamente errato. Perchè oltre a danneggiare il nostro Pianeta (dal punto di vista dell’inquinamento) ed il nostro portafoglio, danneggiamo anche la nostra linea.

Questo è quanto emerso da una ricerca dell’University College di Londra, che è arrivata alla conclusione che per perdere peso bisogna tenere i termosifoni di casa a basse temperature o addirittura spenti, quando non se e ravvisa una viva esigenza.

In particolare i ricercatori trovano negativo il riscaldamento centralizzato, che sembra esser il colpevole principale dell’obesità nei Paesi Occidentali.

Ma quale connessione esiste tra riscaldamenti e obesità?

Gli studiosi sono pervenuti a questa conclusione: se l’organismo viene tenuto al caldo, non avendo bisogno di bruciare il c.d. grasso bruno, ossia il tessuto adiposo che ci consente di disperdere più calorie quando siamo assediati da temperature gelide, tenderà a conservarlo e quindi l’accumulo di adipe sarà una conseguenza ovvia.

Quindi, per ovviare a questo problema, basta tenere le nostre case ad una temperatura mite, che non ci fa avvertire il caldo ma piuttosto una lieve sensazione di freddo.

E’ bene, quindi, sottoporre il nostro organismo allo stress termico, per bruciare adipe e mantenerci in piena forma!


Vuoi ancora più SoloDonna?

Accedi gratuitamente ai nostri video, news e anticipazioni.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta