Tatuaggio all’henné

Il tatuaggio all’henné: meno aggressivo sulla pelle ma attenzione!

Se non volete marchiarvi la pelle con un tatuaggio permanente ma vi piacerebbe avere comunque una decorazione che possa però sparire in un paio di settimane, perfetta è la scelta di usare l’henné.

tatuaggio all'hennè

Diversamente dal classico tatuaggio permanente quello all’ henné non viene riprodotto sulla vostra pelle con l’utilizzo di aghi ma viene invece disegnato con dei pennelli specifici ed appositi colori pensati proprio a non danneggiare la vostra epidermide.

Diffidate dunque dagli ambulanti in spiaggia oppure in strada perché non avete la certezza di quali colori stia usando e potreste avere reazioni allergiche oppure irritazioni ma recatevi presso un centro specializzato dove sapranno cosa usare.

Il colore? Meglio scegliere un rosso/arancio piuttosto che quelli scuri, il motivo? Potrebbero contenere dei pigmenti metallici che verrebbero assorbiti dalla pelle.

Una volta scelto il disegno naturalmente non lavate la parte interessata per almeno un paio di ore e se curato nel modo corretto durerà all’ incirca 2-4 settimane.


Leggi anche: Belén e Antonino Spinalbese hanno stesso tatuaggio: “Chupito”

Vi siete stancati e volete lavarlo via? Basta usare acqua e sapone frequentemente sulla parte oppure potete usare uno scrub ma in questo caso fate attenzione a non arrossare troppo la pelle.