Correttore occhiaie: quale scegliere e come usarlo


Una guida alla scelta e applicazione del correttore: gli step da seguire per un’ effetto 100 % naturale 

concealer-brush-makeup-900x900

Molte persone pensano che il correttore possa far sparire qualsiasi imperfezione con un semplice tocco rendendo la pelle perfetta.

Ecco, questo accade solamente se il correttore viene applicato correttamente.

Gli step per evitare gli errori classici di chi è poco esperto di make up sono semplici e vanno dalla scelta del correttore giusto per il vostro tipo di pelle all’applicazione.

Come scegliere il correttore

E’ importante prestare la giusta attenzione al colore cercando il più possibile di trovare quello che maggiormente si avvicina al vostro incarnato.

correttore-2

Anche la consistenza è importante, questa deve permettere una facile stesura; se troppo consistente potreste ritrovarvi dei granuli di prodotto.

I migliori sono i correttori liquidi rispetto a quelli a stick, semplicemente perchè si stendono con maggiore facilità.

Un correttore liquido va utilizzato con un applicatore comodo per picchiettare sulla parte interessata.

Se, invece, volete coprire i brufoli, quello da utilizzare è il correttore cremoso.

In questo caso la sua consistenza e coprenza è perfetta perché interessa solo piccole zone, solitamente non soggette a pieghe della pelle che ne potrebbero evidenziare i segni.

Per le fastidiose macchie sulla pelle invece il consiglio è quello di utilizzare correttori ben pigmentati, liquido oppure cremoso, l’ importante è stenderlo bene sulle zone arrossate ma soprattutto riuscire a sfumarlo per permettere poi al fondotinta di coprire le zone per una copertura efficace ma soprattutto dall’ effetto 100% naturale, evitando l’ effetto maschera.


Vuoi ancora più SoloDonna?

Accedi gratuitamente ai nostri video, news e anticipazioni.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta