Erbe medicinali in Gravidanza


erbe-medicinali-in-gravidanza

Quali erbe evitare durante la gravidanza
Già da qualche anno tantissime future mamme decidono, magari consigliate da qualche amica o conoscente, di affrontare la gravidanza facendo ricorso all’uso delle erbe medicinali.
Le erbe medicinali, o piante medicinali, sono organismi che contengono al loro interno uno o più elementi utilizzabili per fini terapeutici, una sorta di medicina sviluppata dalla natura.

Il grosso problema sorge nella mancanza di conoscenza di tali erbe: come le classiche medicine, anche le erbe medicinali possono presentare effetti collaterali talvolta anche molto gravi, effetti che potrebbero mettere a rischio la vostra salute e quella del vostro bimbo.

Il primo consiglio (importantissimo) è quello di evitare le erbe medicinali durante la gravidanza, sopratutto olii essenziali: sopratutto nel primo trimestre, ma anche nei successivi 6 mesi, meglio evitare di introdurre sostanze a rischio effetto collaterale nel nostro organismo.
Ovviamente tale consiglio viene meno nel caso in cui il vostro ginecologo vi abbia prescritto una determinata cura o erba specifica: la loro competenza e professionalità vi garantirà la massima tranquillità nell’uso delle erbe.

Quali erbe evitare in gravidanza
Esistono diversi farmaci naturali a base di erbe da evitare durante i 9 mesi della gravidanza (salvo prescrizione medica), vediamone insieme alcuni

cascara, iperico, bardana, prezzemolo, ortica, artiglio del diavolo, salvia, issopo, ginepro, trifoglio, china, ruta, assenzio e melograno

Questi sono solo alcuni quindi, ogni volta che volete assumere un’erba, consultate sempre il vostro medico.

Alcuni esempi di rischi ed effeti collaterali delle erbe medicinali in gravidanza
Alcuni tipi di erbe, oltre a curare determinate patologie, possono far scaturire effetti indesiderati: ad esempio il sedano e la witania stimolano le contrazioni dell’utero aumentando in modo sensibile un eventuale parto prematuro o, nei casi più estremi, anche un aborto.
Altre erba da evitare sono la Tribulus e l’Agnocasto che potrebbero avere effetti tossici sulla madre e sul piccolo nel grembo materno.


Vuoi ancora più SoloDonna?

Accedi gratuitamente ai nostri video, news e anticipazioni.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta