Fase 2 Coronavirus, bambini e obbligo della mascherina


Le indicazioni del presidente della Società italiana di pediatria, componente del comitato tecnico scientifico su Covid-19, per la sicurezza della fascia più piccola della popolazione. E per il loro benessere psicofisico. 

boy-wearing-medical-mask-to-protect-viruses-portrait-child-close-up-surgical-178704241


Ci troviamo all’alba della Fase 2 dopo un lockdown nazionale di circa due mesi. Con la riapertura del Paese, tornare a uscire, con tutte le cautele, dopo settimane chiusi in casa, può essere fonte di paura e ansia.

Le preoccupazioni aumentano rispetto a bambini e adolescenti. “La loro routine è stata interrotta e se ne è impostata un’altra. Ora dovranno fare dei nuovi cambiamenti”, ha dichiarato all’“Adnkronos Salute” Alberto Villani, presidente della Società italiana di pediatria (Sip) e componente del Comitato tecnico scientifico su Covid-19. “Sta a noi genitori aiutarli a superare le loro difficoltà, rassicurandoli e fornendo loro indicazioni chiare e corrette”, ha sottolineato Villani, convinto “che bambini e adolescenti ci abbiano dato una grande lezione in queste settimane di emergenza”.


Leggi anche: Coronavirus. quale mascherina indossare e come?

Fase 2 Coronavirus: parola d’ordine “gradualità”

Fase 2 Coronavirus, bambini e obbligo della mascherina

Ha spiegato il pediatra ai microfoni di “Adnkronos Salute”: “Dobbiamo aiutarli con delicatezza e gradualità, grandi e piccolini. Tenendo a mente il fatto che ci sarà un prima e un dopo Coronavirus e che la nostra vita sarà diversa. La parola d’ordine è gradualità, che deve essere accompagnata dal buon senso e dall’intelligenza”.

Ha raccomandato lo specialista: “Niente facilonerie: perché chi non ha visto cosa è accaduto negli ospedali lombardi potrebbe pensare che dopo il 4 maggio è finito tutto, ma invece non è così. Il virus è ancora tra noi e purtroppo il nostro sistema sanitario viene da anni di tagli lineari“.

Fase 2 post lockdown: mascherina per bimbi sotto i 3 anni?

baby-new

Rispetto alla “Fase 2” per i più piccoli resta la questione della mascherina anti-contagio. Lo specialista Villani ha espresso la posizione della Sip, la Società italiana di pediatria, in merito a questo tema di rilevante attualità: “Abbiamo proposto un documento in cui non raccomandiamo l’uso della mascherina sotto i 3 anni. Piuttosto sono gli adulti che hanno contatti con i piccoli a doverla indossare. Resta cruciale per i più piccini la regola del distanziamento e l’importanza di evitare assembramenti”.

Ha concluso l’esperto: “La nostra proposta è di realizzare una mascherina fatta un po’ come una fascia per capelli, più larga davanti e più sottile dietro, magari da fissare anche sopra la testa, adatta ai bimbi di 3-5 anni quando è indispensabile portarla“.


Potrebbe interessarti: Belen: Coronavirus? Tutta colpa della settimana della moda

Commenti: Vedi tutto