Andrea Scanzi appoggia De Luca: “Qui salta tutto”

04/10/2020

Andrea Scanzi è un bravissimo giornalista, e un noto scrittore. In uno dei suoi ultimi post su Facebook Scanzi appoggia le parola del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. Scopriamo cosa è successo

andrea-scanzi

Andrea Scanzi  è un noto giornalista del Fatto Quotidiano. Ogni giorno tramite il suo profilo Facebook Andrea esprime il suo pensiero e commenta fatti di attualità, cronaca, e politica.

Nell’ultimo periodo Scanzi ha tratto molto anche l’argomento del virus; e più di una volta ha attaccato e condannato chi non rispetta le norme previste per contenere il Covid-19. 
In uno dei suoi ultimi post su Facebook Scanzi riporta le parole del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca e commenta ciò che è accaduto a Napoli.
Scopriamo nello specifico cosa ha detto il giornalista nel suo post.


Leggi anche: Flavo Briatore insulti e offese con Andrea Scanzi

Andrea Scanzi appoggia De Luca

120848654-4039503229399308-6841075020106833584-o

Nel suo ultimo post Andrea ha deciso di riportare le parole del Presidente De Luca e poi commentare ciò che è successo. Inseguito ad una festa data nel centro storico di Napoli, ci sono stati ben 30 tra ragazzi e ragazze positivi. Scanzi quindi condivide le parola del Presidente De Luca che dice:

“Per questi 30 ragazzi positivi la Asl Napoli 1 ha dovuto fare la ricostruzione dei contatti, il contact tracing dei parenti, dei familiari e degli amici: 30 positivi significa 120-150 persone da controllare con i tamponi. Dobbiamo capirci bene. Noi dobbiamo tornare a comportamenti rigorosi come a febbraio, marzo e aprile, altrimenti ci facciamo male”.

Dopo aver riportato le parole del Presidente della regione Campania, Scanzi ha deciso di dire la sua e ha scritto:

“Detto che chi ha partecipato a quella festa andrebbe prima curato e poi condannato a fare i servizi sociali per un bel pezzo, così magari imparano qualcosa dalla vita, il punto è proprio questo, o capiamo bene che nulla è cambiato rispetto a febbraio o marzo come forza del virus, o torniamo in fretta nel dramma più totale.Diamoci una regolata alla svelta, o qui salta tutto”.

Anna Vitale
  • Laureata in Scienze della Comunicazione digitale e d’impresa
  • Esperta in: TV e Gossip
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica