Belen: la “prima foto” di Luna Marie

Francesca Naima Bartocci
  • Esperta in: Gossip, Tv e Vip
  • 24/06/2021

    Belen Rodriguez ha ieri pubblicato una storia dove mostra l’ecografia in 3D della figlia che avrà con Antonino Spinalbese. La foto mostra la bimba a testa in giù alla 36esima settimana.

    belen

    Non solo mamma Belen e papà Antonino sono ansiosi di conoscere Luna Marie, ma anche i tanti follower e fan dei due hanno ormai gran voglia di capire come sarà la sorellina di Santiago.

    La nascita è prevista per metà luglio, intanto Belen e Antonino si godono momenti insieme. Sembra che i due siano ancora al Lago di Como. L’altro giorno, anche il padre di Belen, molto affezionato alla figlia, ha raggiunto i due.

    Belen, come aveva anticipato, preferisce non dare troppa risonanza alla sua gravidanza. Sta passando un momento unico e bellissimo, di cui si è detta anche “gelosa”.

    Nonostante questo, Belen Rodriguez non è del tutto sparita dai social, ma dà qualche news su se stessa e la sua vita, con qualche post e storia (in maniera molto meno piena di prima).

    La foto dell’ecografia in 3D: un “primo incontro” con Luna Marie

    16:30

    La foto pubblicata da Belen Rodriguez sulle storie Instagram ha già fatto “impazzire” i fan in quanto per la prima volta si vede un’immagine della tanto attesa Luna Marie.

    La futura figlia di Belen e Antonino Spinalbese è stata “presentata al mondo” social ancor prima di nascere. Mamma Belen ha infatti pubblicato la foto dell’ecografia 3D di Luna Marie alla 36esima settimana.

    La bimba è “presentata” attraverso una foto inedita, che genera un senso di dolcezza ed è allo stesso tempo molto suggestiva.

    Dall’ecografia 3D possibile infatti vedere in maniera “dettagliata” i lineamenti della piccola nel pancione.

    Luna Marie già sembra somigliare molto a Belen Rodriguez e Antonino Spinalbese, e sembra averer  ripreso alcune caratteristiche dei suoi bei genitori.

    Tra qualche tempo, conoscendo la crescita della sorellina di Santiago, se ne avrà la “prova” definitiva.