Caso Briatore: Sgarbi furioso con Selvaggia Lucarelli e Andrea Scanzi

02/09/2020

Su YouTube il critico d’arte Vittorio Sgarbi è tornato sulle polemiche via social con Selvaggia Lucarelli e Andrea Scanzi sul caso di Flavo Briatore, risultato positivo al Covid. Sgarbi definisce i due giornalisti del “Fatto Quotidiano” “beccamorti ossessionati dall’età”. E non risparmia toni e parole forti a entrambi. 

11FD944D-5E78-456F-A272-D6AE551AA718

È un fiume in piena, Vittorio Sgarbi.

Per il critico d’arte non si è certo ancora conclusa la polemica con Selvaggia Lucarelli e Andrea Scanzi in merito a quanto accaduto a Flavio Briatore.

Sgarbi: Scanzi e Lucarelli “beccamorti ossessionati dall’età”

Vittorio Sgarbi

In un video pubblicato da poco sul suo canale YouTube, ha detto Sgarbi, attaccando i due giornalisti del “Fatto Quotidiano” che ha definito “beccamorti ossessionati dall’età“:

“Non che siano simpatici, ma sono interessanti come comici. Non hanno 20 anni, si avviano ai 50. Hanno l’ossessione dell’età pensano che abbia qualcosa a che fare con le idee e le capacità. Sono fastidiosi nell’insistere sull’età di Briatore e sulla mia, come se l’età fosse decisiva per stabilire un’energia limitata. E se anche fosse andrebbe guardata con rispetto. Sono solo dei pettegoli, inaciditi e sgradevoli. Sarebbe interessante che la finissero pensando di essere giovani”.


Leggi anche: Flavo Briatore insulti e offese con Andrea Scanzi

Sgarbi a Scanzi e Lucarelli: “Felici se fosse morto Briatore”

Scanzi Lucarelli IMG-20200902-193108

Il noto critico d’arte se la prende soprattutto con il giornalista e scrittore toscano, che chiama “Andrea o Antonio Scarsi”, sbagliando apposta nome e cognome:

“Uno senza capelli, con l’aria sporca, puzzolente, con la faccia di uno che fa il teppista e che per tutti i giorni in cui la minaccia del Coronavirus cresceva, lui invitava tutti a vedere i suoi spettacoli, è stato negazionista più di ogni altro. Oggi difende un modello italiano, quello del lockdown, che è stato fallimentare, visto che siamo il quarto Paese per morti in relazione agli abitanti. Né oggi è utile imporre la mascherina all’aperto…”.

Sgarbi prosegue in un’escalation di offese contro Scanzi, senza risparmiare la Lucarelli:

Hanno un nemico comune che è Briatore, il quale avrebbe mostrato incoscienza, ma rispetto a che cosa? Ma di cosa stiamo parlando? È andato a farsi visitare per un’altra malattia e hanno scoperto che era contagiato, quindi sano, ma non malato. Fosse morto sareste stati felici, ma come tanti che hanno raffreddore, bronchite, anche epatite C non è successo, né a lui né a tutti i dipendenti del Billionaire. Tra quindici giorni escono dall’isolamento e tornano sani”.

Cristina Damante
  • Autrice
  • Esperta in: Gossip, Serie Tv e Reali d'Inghilterra
  • Laureata in Scienze della Comunicazione
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter