Coronavirus: guanti, regole per il corretto uso

- 30/03/2020

Le indicazioni degli esperti per i dispositivi sanitari di protezione delle mani. Ecco quando vanno indossati, come vanno tolti e dove devi buttarli. Attenzione: non sostituiscono le pratiche di corretta igienizzazione della pelle.

doctor-2722941-1280 Foto di Angelo Esslinger Pixabay


Oltre alle mascherine antivirus, occorre capire bene come usare correttamente i guanti ed evitare gli sprechi di questi dispositivi di protezione sanitaria. In piena emergenza Covid-19, i guanti in lattice e in generale i guanti monouso sono letteralmente andati a ruba. Ma servono sempre, e a tutti? Vediamo di capire meglio.

Iniziamo con le indicazioni del dottor Giuseppe Gallo dell’Ufficio Qualità e la dottoressa Silvia Aluffi, operatore sanitario, dell’IRCCS Policlinico San Donato, San Donato Milanese (Milano).

«L’utilizzo dei guanti monouso va limitato ai casi in cui è consigliato e non esteso a tutto il giorno. Il virus non passa dalle mani, vi si deposita, come si deposita sui guanti. Indossarli a lungo, inoltre, può essere controproducente, perché la pelle non traspira e con il caldo e l’umidità diventa terreno di coltura di microrganismi», hanno affermato gli esperti.


Leggi anche: Coronavirus, dove buttare guanti e mascherine?

L’utilizzo dei guanti, pertanto, deve essere limitato alle occasioni di contatto con superfici che potrebbero essere contaminate, per esempio i carrelli della spesa.

Come togliere i guanti monouso

glovesize-001

Grande attenzione va posta a come si tolgono i guanti in lattice o monouso: vanno levati al contrario e gettati immediatamente, perché diventano essi stessi fonte di propagazione. Cerchiamo di fare chiarezza anche su questo riprendendo la spiegazione del dott. Andrea Galli, Aiuto Primario U.O. Chirurgia Generale – Capitanio – Auxologico Capitanio, Milano.

«Lo scopo di questa tecnica semplicissima (quella che usano i chirurghi dopo la sala opeatoria, ndr) è quello di non toccare mai la cute con il guanto, mentre si toglie, e rivoltarlo in modo che la parte esterna, rimasta a contatto con le superfici (dunque potenzialmente infetta, ndr) non venga poi in contatto, nel momento in cui lo buttiamo, con ulteriori superfici».

gloves-4954957-1280 Ri Butov Pixabay

Ecco i passaggi corretti indicati dall’esperto dell’Auxologico Capitanio:

1. Pizzica il guanto all’altezza del polso, con il pollice e l’indice della mano opposta.

2. Solleva il guanto e sfilalo facendo in modo che si rovesci su sé stesso.

3. Con la mano ora senza il guanto, infila il dito sotto il bordo del guanto della mano opposta.

4. Solleva il guanto e sfilalo facendo in modo che si rovesci su sé stesso.

L’uso dei guanti non sostituisce l’igiene delle mani

hand-wash-stock-today-tease-151016-e3a0a3cfd8d750b40a54eb0710cbe971.fit-760w


Potrebbe interessarti: Coronavirus, regole per uso corretto delle mascherine

I guanti monouso, lo dice il nome stesso, possono essere utilizzati una sola volta e, successivamente all’uso, vanno smaltiti correttamente. Il riutilizzo ne comprometterebbe l’utilità annullandone l’efficacia: una volta usati non sono più sterili.

Pertanto i guanti vanno cambiati dopo ogni singolo utilizzo, o comunque quando si sporcano.

A prescindere dal materiale di cui sono fatti, i guanti vanno smaltiti con i rifiuti indifferenziati.

Ricorda che, anche se indossi i guanti, una volta tolti devi continuare a eseguire una frequente igienizzazione delle mani, lavandole in modo accurato, per almeno 60 secondi, con acqua e sapone, con un gel alcolico e con altre soluzioni e prodotti disinfettanti come salviette imbevute ad hoc.

Commenti: Vedi tutto