Euopei 2022, l’esultanza della calciatrice che cambierà il mondo dello sport per le donne

Rachele Luttazi
  • Attivista per le pari opportunità ed esperta in gender gap
06/08/2022

Durante la finale degli Europei 2022 la calciatrice Chloe Kelly ha spiazzato tutti e tutte con un eclatante gesto che cambierà la storia del mondo dello sport e della rappresentazione femminile al suo interno.

Euopei 2022, l’esultanza della calciatrice che cambierà il mondo dello sport per le odnne

È successo durante i tempi supplementari alla finale degli Europei femminili: la calciatrice 24enne Chloe Kelly ha esultato dopo il goal alla Germania in reggiseno sportivo.

Il gesto della calciatrice rappresenta uno dei momenti più potenti del torneo, in quanto ha sdoganato un’immagine della donna nel mondo dello sport, in cui sono abituate a non mostrarsi a torso nudo, gesto che invece risulta normalizzato durante la partite di calcio maschili.

L’esultanza di Chloe Kelly

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Chloe Kelly (@chloekelly)

Mi tolgo la maglietta e impazzisco, perché un calciatore uomo farebbe esattamente lo stesso. Quindi, come donne, perché non possiamo farlo?

Così la calciatrice Chloe Kelly ha commentato il suo gesto tramite cui ha voluto sdoganare il torso nudo anche per le donne. Dopo il goal alla Germania, Kelly ha esultato in reggiseno sportivo, gesto che è stato apprezzato dalle donne di tutto il mondo, in particolare da quelle che frequentano il mondo dello sport:

Questa immagine di una donna a torso nudo con un reggiseno sportivo è estremamente significativa. Questo è il corpo di una donna, non per sesso o spettacolo, ma solo per la pura gioia di ciò che sa fare e per l’abilità che possiede. Meraviglioso. #Leonesse

Così ha commentato la scrittrice Lucy Ward.

La prima volta appartiene a Brandi Chastain

Euopei 2022, l’esultanza della calciatrice che cambierà il mondo dello sport per le odnne

Il gesto di Chloe Kelly ha ricordato ai più l’esultanza della calciatrice americana Brandi Chastain che, 23 anni fa, festeggiò allo stesso modo dopo aver segnato il rigore vincente nella finale dei Mondiali del 1999 contro la Cina. La foto di Chastain, in ginocchio con il suo top corto nero, è ancora vista come un’immagine iconica nello sport femminile.

Quello che a molti e molte può apparire come un gesto che non ha nulla di speciale, per la maggior parte delle donne che appartengono al mondo dello sport rappresenta una tappa importante per l’emancipazione femminile all’interno di un contesto che la maggior parte delle volte si rivela essere maschilista.