Giorgia Soleri svela il suo dramma

Giorgia Soleri, modella e influencer, è da qualche giorno sulla bocca di tutti. Damiano ha infatti condiviso una foto con Giorgia: è la sua fidanzata da quattro anni. Ora, Giorgia Soleri ha deciso di condividere la storia della sua malattia.

damiano

La foto condivisa sulle storie Instagram qualche giorno fa da Damiano – sempre più seguito dopo la vittoria al Festival di Sanremo – mostra il cantante dei Maneskin abbracciato a Giorgia Soleri. Dopo molta riservatezza sulla sua vita privata, Damiano ha deciso di rivelare chi ha conquistato il suo cuore.

Da quel giorno Giorgia Soleri è stata sicuramente googlata a più non posso. Lei stessa ha però deciso di placare gli animi incuriositi di chi vuole saperne più su di lei:

Oggi nelle stories vi ho parlato della mia malattia, in questa foto ve la mostro. La chiamano “malattia invisibile” ma io ricordo con estrema precisione tutte le rinunce e le limitazioni a cui mi ha costretta. Così ho deciso di mostrarvi la parte più brutta, più marcia, più nera. Ma più reale.


Leggi anche: Belen ha nuovo fidanzato e l’ha conosciuto a Tu sì que vales

Giorgia Soleri: convivere con la vulvodinia

soleri

Giorgia Soleri, attraverso delle storie Instagram, ha riveltoa quanto il suo disturbo l’abbia fatta sentire a disagio e quanta insensibilità si sia creata intorno a lei:

Mi sono sentita dire di tutto, che sono pazza, ansiosa, frigida, bugiarda. Che ho paura del sesso, che dovrei masturbarmi di più. La parte peggiore è l’estrema solitudine in cui vieni buttata, giudicata da chi hai intorno e incompresa da chi dovrebbe trovare una diagnosi.

Dal racconto della ragazza si evince un reale disagio, una reale sofferenza ma anche uno spirito di chi decide di combattere e convivere con un continuo dolore.

Tra l’altro, importante il gesto di Giorgia Soleri, la quale decide di parlare di un argomento delicato e personale. Questo tipo di azioni sono sicuramente di aiuto a tutte quelle donne affette da una malattia che non si vede ma c’è. Infatti, la vulvodinia colpisce una donna su sette – la quale soffre in silenzio.

Vulvodinia: che cos’è?

E cos’è la vulvodinia? La vulvodinia è un disturbo molto disagiante, in quanto viene descritto come una sensazione non indifferente di bruciore e dolore.

Il dolore può essere di matrice spontanea oppure provocato da un qualsivoglia tipo di contatto: dai jeans stretti, a un rapporto sessuale, agli assorbenti e via dicendo. Anche comuni e banali movimenti come accavallare le gambe e sedersi possono causare dolore a chi soffre di vulvidinia.


Potrebbe interessarti: Damiano dei Maneskin mette nei guai Fedez

Tra i sintomi non ci sono solo quelli fisici, ma anche psicologici: chi ne soffre avverte spesso sensazioni di disagio, ansia, depressione, probabilmente causati dal senso di gonfiore e di dolore.

Ecco spiegate allora le coraggiose parole della fidanzata di Damiano dei Maneskin, Giorgia Soleri:

Impari a considerare quel dolore come parte di te, è la tua quotidianità. Così come i sacrifici. Niente jeans stretti, niente collant, niente cibi acidi, niente alcool, niente zuccheri, niente mutande colorate o sintetiche, niente uscite serale, niente di niente. Anche programmare una vacanza diventa un incubo sapendo che potresti passarla sdraiata in un letto a soffrire. Quando ho finalmente dato un nome a tutto questo ho scoperto non solo di non essere sola, ma che le donne affette da questa patologia sono tantissime e tutte hanno in comune questa sensazioni di essere state totalmente abbandonate nel loro dolore, ho promesso a me stessa che avrei lavorato ogni giorno per fare in modo che nessuno si sentisse più così. Non siamo colpevoli, non siamo rotte e non siamo difettose. Siamo malate e meritiamo comprensione e rispetto.

Pollice in su per Giorgia Soleri, che con queste dichiarazioni può sicuramente aiutare a far luce su un disturbo poco conosciuto. Se e quando se ne parlerà di più, le donne che ne soffrono potranno essere circondate da un mondo più comprensivo e attento.