Il Paradiso delle signore: intervista al produttore Giannandrea Pecorelli

Jenny Bertoldo
  • Laureata in Filologia moderna
22/10/2022

Il Paradiso delle Signore è una soap opera di enorme successo, che è partita dall’11% ed è arrivata fino al 22% di share. Ma qual è il segreto del successo della fiction? A parlarne è lo stesso produttore produttore della serie Giannandrea Pecorelli, intervistato da TvSerial.

Il Paradiso delle signore: intervista al produttore Giannandrea Pecorelli

Intervistato da TvSoap, il produttore Giannandrea Pecorelli ha svelato la formula del successo della soap opera prodotta dalla sua casa di produzione, Aurora Tv, in collaborazione con Rai Fiction:

Il lavoro è tantissimo, perché chiaramente copriamo tutti i livelli del lavoro di una produzione in tempi davvero molto stretti. Abbiamo quasi 200 persone che lavorano a tempo pieno: dall’ideazione alla scrittura, fino alla costruzione. Diciamo che abbiamo un circuito completo per quanto riguarda questo, con dei tempi che potrebbero essere proibitivi. Abbiamo fatto una scommessa per poterlo fare, puntando alla qualità del prodotto.

Sulla produzione de Il Paradiso delle signore ha poi aggiunto:

Se qualcuno racconta anche a dei colleghi il tipo di attività che noi svolgiamo, con i tempi che abbiamo, pensa sicuramente che stiamo lavorando sotto qualità. Visto che prima del Paradiso ho sempre lavorato per il prime time e per il cinema, la cosa più importante per me era avere un prodotto che avesse una fruibilità 24 ore su 24.

Il Paradiso delle signore: il produttore della soap svela il segreto del successo!

Il Paradiso delle signore: intervista al produttore Giannandrea Pecorelli

Il Paradiso delle Signore ha un alto successo anche su piattaforma:

Il Paradiso delle Signore nasce per essere visto su una piattaforma, in replica. Abbiamo un primo passaggio pomeridiano, con un risultato molto alto in share e con due milioni di telespettatori, ma ogni giorno, grazie al web, raddoppiamo quasi ogni giorno quello share. Abbiamo un bacino di utenti web fissi, che ci portano a quasi quattro milioni di spettatori.

Pe realizzarla Giannandrea Pecorelli ha studiato i modelli produttivi di altre soap opera:

Dato che non mi ero mai adoperato per una produzione del genere, sono stato tre giorni sui set de Il Segreto e di Una Vita. Ho cercato di capire, quindi, quali fossero i loro segreti. Sono andato alla Boomerang di Madrid, attraverso dei rapporti con la stessa Rai Fiction, e ho subito carpito determinate situazioni. Sono abbastanza anziano per questo tipo di lavoro e, probabilmente, sono uno dei primissimi ad aver fatto serialità in Italia anche come dirigente Rai.