L’Isola dei Famosi: Lory Del Santo racconta il suo trauma …

Susanna Minelli
  • Esperta in TV e Spettacolo
06/08/2022

La soubrette, che quest’anno insieme al suo compagno Marco Cucolo ha partecipato all’Isola dei Famosi, racconta nel corso di una lunga intervista al Corriere della Sera, i traumi subiti durante l’infanzia: dalla morte prematura del padre al difficile rapporto con la madre…

L’Isola dei Famosi: Lory Del Santo racconta il suo trauma …

Lory Del Santo è stata una delle protagoniste indiscusse dell’ultima edizione dell’Isola dei Famosi. Un’edizione, quest’ultima diretta da Ilary Blasi, molto coinvolgente e che ha fatto conoscere da vicino l’animo e il vissuto dei vari concorrenti. Lory Del Santo è volata in Honduras insieme al suo compagno Marco Cucolo e lì hanno affrontato il percorso all’interno del reality. Una relazione, quella tra Lory e Marco, che ha fatto molto discutere visti i 33 anni di differenza anagrafica. Lory è una donna che sa il fatto suo in fatto di uomini e nell’ambito di un’intervista al Corriere della Sera ha raccontato molte delle sue avventure amorose, oltre che ha voluto ricordare le storie più serie e durature con i padri dei suoi figli.

Non bisogna dimenticare, tuttavia, che la vita di Lory non è stata tutta lustrini. Lory è stata una donna molto sfortunata: ha perso tre figli. Uno di due anni, avuto dal musicista Eric Clapton, precipitato da un grattacielo; il figlio avuto dal tennista olandese Richard Krajicek morto due settimane dopo la nascita per un’infezione e Connor, suicidatosi a 19 anni.

Dolori che tuttavia iniziano durante la sua infanzia…

Un’infanzia difficile…

L’Isola dei Famosi: Lory Del Santo racconta il suo trauma …

Lory al Corriere della Sera ha infatti raccontato i primi grandi traumi della sua vita. In primis la morte del padre, avvenuta molto prematuramente…

Mio padre nella bara. L’unico ricordo che ho di lui. Non mi spiegavo perché dormisse in un letto che non era il suo. Avevo tre anni e mezzo.

E ancora:

Sono nata nella stalla, papà, contadino, voleva diventare allevatore e aveva sei mucche. In casa, non c’erano i vetri alle finestre, sono nata e quasi morta di broncopolmonite.

Un’infanzia e un’adolescente non facile contrassegnata anche da un rapporto non propriamente facile con la madre:

Il secondo ricordo è mia madre che non mi capiva. Quanti ricordi uno può avere? I miei sono tutti di mia madre che non mi capiva. Non ha mai avuto fiducia in me, non mi ha creduta per tutta la vita. Da bambina avevo paura di sbagliare ed essere punita. Sono cresciuta nell’idea di essere un peso. Se sognavo qualcosa, era fuggire e non essere mai più di peso a nessuno.