Maneskin, insultati dalla Bielorussia: “sono pervertiti e spazzatura”

I Maneskin hanno ottenuto una vittoria magnifica e meritata, ma le malelingue non finiscono mai: la Bielorussa parla dei Maneskin come pervertiti e spazzatura.

Maneskin

I Maneskin stanno scalando qualsiasi vetta. Dalla partecipazione a X-Factor non hanno più interrotto quello che è il loro cammino tra le stelle, con un super sottofondo rock.

Hanno vinto Sanremo 2021, per poi portare una grandissima gioia all’Italia all’Eurovision. Sono infatti arrivati primi, facendo impazzire tutti con il loro brano Zitti e buoni e uno stile libero e inconfondibile.

Zitti e buoni sta scalando qualsiasi vetta, è una delle canzoni più ascoltata al mondo su Spotify. Non solo i Maneskin hanno trionfato all’Eurovision dopo che l’Italia non vinceva da 31 anni. Zitti e buoni ha anche ottenuto un nuovo record: su Spotify è  il brano italiano più ascoltato di sempre con ben 4 milioni di ascolti in sole 24 ore.


Leggi anche: Damiano dei Maneskin mette nei guai Fedez

In tutto questo, però, c’è sempre chi – piuttosto di stimare dei giovani ragazzi – deve “Puntare il dito”.

Prima le accuse a Damiano – assolutamente e completamente smentite – e ora i veri e propri insulti dalla televisione bielorussa.

Damiano era infatti stato accusato di aver fatto uso di droghe all’Eurovision. Si è spontaneamente sottoposto a un test antidroga che, come era ovvio, è risultato negativo.

Ora, dalla televisione in Bielorussia, arrivano delle parole ben poco carine nei confronti della giovane band.

Maneskin denigrati dalla Bielorussia

Maneskin

Freschissima dalla vittore all’Eurovision, la band di giovani romani è sempre sotto i riflettori. Sì, per la loro bravura e il loro stile, ma anche – purtroppo – per alcune notizie poco auspicabili.

Ai Maneskin sono infatti  arrivate delle pesantissime offese:

Un bestiario di pervertiti, omosessuali degenerati, spazzatura che sa di Aids. Per fortuna non l’hanno trasmesso in Bielorussia.

Le tristi e spiacevoli parole sopraindicate vengono dalla TV bielorussa. Precisamente, dall’emittente CTV (filo Lukashenko).

Le pesanti offese risalgono a domenica, propri il giorno in cui  circolava la notizia del dirottamento del volo Ryanair e l’arresto di Protasevich, il famoso giornalista impegnato contro il regime.

Delle gravi accuse, delle offese pesanti e davvero tristi, alle quali ha risposto Yuri Guaiana. Guaiana ha infatti scritto una nota dalla segreteria di Più Europa:


Potrebbe interessarti: Pomeriggio 5: Falvia Vento e Brosio contro i Mansekin

Un altro attacco al mondo libero e all’Europa che non possiamo tollerare (…). Ringraziamo l’associazione Bielorussi in Italia Supolka che ha diffuso questo video, che conferma ancora di più quale sia la parte giusta in cui stare: quella dell’Europa.

La giovane band è all’interno di un uragano pieno di bellezze ma anche tante sfide a cui tener testa. Comunque, non c’è da preoccuparsi: da come hanno sempre dimostrato, i giovani ragazzi romani sono in grado di procedere a testa alta rimanendo sempre se stessi.