Matrimonio e adozioni per coppie omosessuali: da oggi legali in Slovenia

Rachele Luttazi
  • Attivista per le pari opportunità ed esperta in gender gap
18/07/2022

Il matrimonio e le adozioni per coppie omosessuali sono stati ufficialmente legalizzati in Slovenia. La Corte costituzionale, infatti, ha definito discriminatorie le norme finora vigenti in fatto di unioni.

Matrimonio e adozioni per coppie omosessuali: da oggi legali in Slovenia

La Slovenia ha ufficialmente legalizzato il matrimonio omosessuale e le adozioni per coppie gay. Così ha stabilito la Corte costituzionale a Lubiana lo scorso venerdì, definendo discriminatorie le norme finora vigenti in fatto di unioni etero e omosessuali.

Slovenia: la sentenza della Corte costituzionale su matrimoni e adozioni gay

Matrimonio e adozioni per coppie omosessuali: da oggi legali in Slovenia

La Corte costituzionale di Lubiana ha stabilito che un’unione coniugale è quella tra due persone indipendentemente dal sesso, e che due partner dello stesso sesso che vivono in unione coniugale possono adottare bambini alle medesime condizioni delle coppie eterosessuali. Al legislatore l’Alta Corte ha dato sei mesi di tempo per attuare la nuova norma ed eliminare le discriminazioni al riguardo.

In pratica, secondo la sentenza, la discriminazione nei confronti delle coppie dello stesso sesso:

non può essere giustificata con il significato tradizionale di matrimonio come unione tra un uomo e una donna, né con una protezione speciale della famiglia.

La sentenza della Corte costituzionale è arrivata poche settimane dopo l’insediamento di un governo nazionale liberale, che ha sostituito quello guidato da conservatori di destra.

Il commento dall’Italia

Matrimonio e adozioni per coppie omosessuali: da oggi legali in Slovenia

Il primo commento dalla politica italiana arriva dalla senatrice Monica Cirinnà, responsabile Diritti del Partito Democratico:

Anche la Slovenia muove un passo deciso e definitivo in direzione dell’eguaglianza di tutte le famiglie. L’Italia è sempre più isolata. È ora di decidere. In questo senso, guardo con grande attenzione alla proposta di legge delle associazioni Lgbt+ Famiglie Arcobaleno e Rete Lenford per l’uguaglianza e la pari dignità familiare. Non possono più essere negati alla comunità lgbtq+ tutele e diritti basilari. Si tratta di un tassello fondamentale, insieme a una legge contro i crimini d’odio, per fare dell’Italia un Paese più civile e democratico.