Mostra del Cinema di Venezia: l’installazione delle scarpe rosse contro la violenza sulle donne

Rachele Luttazi
  • Attivista per le pari opportunità ed esperta in gender gap
07/09/2022

In occasione della proiezione del film “Red Shoes” diretto da Carlos Eichlmann Kaiser, la nota artista messicana Elina Cauvet è stata invitata a replicare una delle sue più note installazioni contro la violenza sulle donne.

Mostra del Cinema di Venezia: l’installazione delle scarpe rosse contro la violenza sulle donne

In occasione della 79esima Mostra del Cinema di Venezia e della proiezione del film “Red Shoes” diretto da Carlos Eichlmann Kaiser è stata invitata l’artista messicana Elina Chauvet che per prima, il 22 agosto 2009, realizzò un’installazione artistica di scarpe rosse esposta nelle strade, nelle piazze, nelle scuole e nei palazzi del potere in risposta all’ondata di femminicidi di quel periodo in Messico.

L’artista è stata chiamata al Festival del Cinema per replicare la sua installazione.

Venezia 79: l’installazione di Elina Chauvet contro i femminicidi

Mostra del Cinema di Venezia: l’installazione delle scarpe rosse contro la violenza sulle donne

A Ciudad Juárez (Messico), nel 2009, l’artista Elina Chauvet realizzò per la prima volta la sua installazione più famosa, che affronta il tema del femminicidio e della violenza sulle donne. Purtroppo, l’idea di una delle sue opere più importanti venne direttamente da una sua esperienza personale:

L’ispirazione è venuta da un’esperienza molto dura e molto personale: l’assassinio di mia sorella da parte del compagno, nel 1992, proprio nella città tragicamente nota alla frontiera con il Texas. Si chiamava Julia, è la prima volta che rivelo il suo nome: credo che sia giunto il tempo. Bisogna dare il nome a tutto per sanare le ferite.

Red Shoes: il film di Carlos Eichelmann Kaiser

Mostra del Cinema di Venezia: l’installazione delle scarpe rosse contro la violenza sulle donne

In occasione della proiezione del film “Zapatos Rojos/Red Shoes”, diretto da Carlos Kaiser Eichelmann e in concorso nella sezione Orizzonti Extra, l’artista messicana Elina Chauvet ha installato 33 paia di scarpe rosse nella Sala Giardino.

Il film che concorre al Festival del Cinema di Venezia racconta la storia di Artemio, un contadino che vive in un luogo sperduto tra le montagne del nord del Messico, che ad un certo punto riceve una notizia sconvolgente sulla figlia che non vede da anni. Così, il protagonista decide di partire per la città in cerca di verità e redenzione, ma si trova ad affrontare un mondo brutale, a lui completamente sconosciuto.