Omofobia: coppia gay insultata all’ingresso degli scavi di Pompei

Rachele Luttazi
  • Attivista per le pari opportunità ed esperta in gender gap
31/08/2022

Ancora una volta una coppia gay è stata vittima di insulti omofobi in Italia. L’episodio si è verificato a Pompei, dove la coppia era in visita agli scavi archeologici ed ha ricevuto una pesante offesa da parte di uno dei dipendenti.

Omofobia: coppia gay insultata all’ingresso degli scavi di Pompei

Nuovo episodio di omofobia in Italia. Questa volta l’episodio è avvenuto all’ingresso degli scavi di Pompei, dove una coppia ha ricevuto insulti omofobi da parte di un dipendente del Parco archeologico.

A denunciare l’accaduto è Antonello Sannino, segretario Antinoo Arcigay Napoli, che ha riportato le offese ricevute dalla coppia gay mentre visitava gli scavi.

Pompei: coppia gay insultata dai dipendenti del Parco

Omofobia: coppia gay insultata all’ingresso degli scavi di Pompei

Ancora una volta in Italia si registra un nuovo episodio di omofobia, dove una coppia gay in visita agli scavi di Pompei è stata insultata da un dipendente del Parco Archeologico:

Purtroppo riceviamo e immediatamente rendiamo pubblica, l’ennesima segnalazione di ordinaria omofobia. A Pompei, una coppia di ragazzi omosessuali, all’ingresso del Parco archeologico, registra una volgare e immotivata offesa omofobica. Un dipendente del parco (o forse una guida, ma comunque fornita di distintivo identificativo), in un confronto con altri dipendenti, avrebbe detto ad un collega, testualmente:” prepariamoci arriva una nave di ricchioni”, facendo riferimento ai turisti in arrivo a Pompei da un crociera gay friendly, ferma nel porto di Napoli. Alla richiesta di scuse da parte dei due ragazzi, la persona di cui sopra si è rifiutata sostenendo che è una usanza locale parlare di ricchioni.

Questo è quanto riportato da Antonello Sannino, segretario Antinoo Arcigay Napoli, il quale ha richiesto un’approfondita indagine e ha sollecitato la Regione Campania nel porre a pieno regime la legge regionale contro l’omotransfobia.

Omofobia in Italia: continuano le offese e gli attacchi

Omofobia: coppia gay insultata all’ingresso degli scavi di Pompei

Quanto accaduto a Pompei è uno dei tanti episodi omofobi che si sono registrati in Italia quest’estate. A Ferragosto una coppia di fidanzate era stata aggredita da un padre di famiglia dopo essersi scambiata un bacio e qualche settimana prima un’altra coppia era stata allontanata da un lido per essersi scambiata dei gesti d’affetto di fronte a dei bambini, gesti considerati non adatti.

Anche Napoli ha visto più di una volta verificarsi episodi omofobi: la prima era stata l’aggressione a due giovani il giorno del Pride, insultati e picchiati dopo la parata dell’orgoglio; il secondo invece, riguardava le offese rivolte dai titolari della pizzeria del Presidente a uomini gay, definiti “pervertiti infelici”.