Parità di genere: Treccani introduce la forma femminile di nomi e aggettivi

Rachele Luttazi
  • Attivista per le pari opportunità ed esperta in gender gap
13/09/2022

Treccani ha presentato la nuova edizione del “Dizionario della lingua italiana” che rappresenta un importante passo nei confronti della parità di genere. Il nuovo vocabolario, infatti, introduce la forma femminile di nomi e aggettivi che tradizionalmente si presentavano soltanto al maschile. E non solo.

Parità di genere: Treccani introduce la forma femminile di nomi e aggettivi

Treccani ha annunciato il primo “Dizionario della lingua italiana” che promuove la parità di genere. In che modo? Introducendo la forma femminile di nomi e aggettivi che solitamente si trovano solo al maschile. E non solo. L’ordine da seguire sarà quello alfabetico, pertanto, cercando la parola “piccolo”, comparirà prima il femminile “piccola” seguito poi dal corrispettivo maschile.

Parità di genere: la rivoluzione di Treccani

Parità di genere: Treccani introduce la forma femminile di nomi e aggettivi

La nuova edizione del “Dizionario della lingua italiana” è stata diretta dai linguisti Valeria Della Valle e Giuseppe Patota, e come si legge sul sito:

Il vocabolario Treccani è molto più che la versione aggiornata dell’opera pubblicata nel 2018: è lo specchio del mondo che cambia e il frutto della necessità di validare e dare dignità a una nuova visione della società, che passa inevitabilmente attraverso un nuovo e diverso utilizzo delle parole, promuovendo inclusività e parità di genere.

Oltre all’introduzione delle forme femminili di nomi e aggettivi e alla precedenza di quest’ultime per esigenze di ordine alfabetico, il nuovo dizionario introduce l’eliminazione sistematica, all’interno delle definizioni e degli esempi nei vari termini, dei cosiddetti ”stereotipi di genere”, secondo cui a cucinare, a pulire, a stirare è sempre la donna, mentre a dirigere un ufficio o ad andare al lavoro, a dedicarsi ai figli nel tempo libero è puntualmente l’uomo.

Le novità della nuova edizione

Parità di genere: Treccani introduce la forma femminile di nomi e aggettivi

L’Istituto della Enciclopedia Italiana abbandona anche il vocabolariese e riconosce tra i neologismi COVID-19, DAD, distanziamento sociale, infodemia, lavoro agile, lockdown, reddito di cittadinanza, rider, smartworking, termoscanner, terrapiattismo, transfobia.

Particolare attenzione è stata data ai lettori più giovani e al loro mondo: non solo si è scelto di dare spazio a numerosi termini ricorrenti nei testi scolastici e universitari, ma è stato favorito l’inserimento di molti esempi presi direttamente dalla rete, dai blog o dalle reti sociali.