Persone non binarie: come si usano i pronomi lui, lei, loro

Rachele Luttazi
  • Attivista per le pari opportunità ed esperta in gender gap
02/08/2022

Una persona non binaria è una persona che non si riconosce né nel genere maschile né in quello femminile. Ma come rivolgersi a una persona non binaria? Quali pronomi utilizzare? Esiste il neutro in italiano? 

Persone non binarie: come si usano i pronomi lui, lei, loro

Come rivolgersi a una persona non binaria? Non tutti gli esseri umani si riconoscono nella classica distinzione maschio-femmina, e per questo motivo, la crescente sensibilità degli ultimi tempi nei confronti di queste persone, ha posto l’attenzione sul modo di utilizzare i pronomi.

Anche Instagram, recentemente, ha aggiunto l’opzione di poter aggiungere i pronomi scelti per se stessi nella descrizione del proprio profilo.

C’è chi preferisce che ci si rivolga tramite i pronomi maschili e chi quelli femminili, mentre altri preferiscono quelli neutri. Tuttavia, mentre in inglese l’utilizzo del neutro risulta piuttosto semplice, lo stesso non si può dire per l’italiano.

Cerchiamo di fare chiarezza quanto più possibile.

Come rivolgersi a una persona non binaria?

Persone non binarie: come si usano i pronomi lui, lei, loro

Le persone non binarie sono quelle persone che non si riconoscono né nel genere maschile né in quello femminile. Per capire in quale modo rivolgersi a una persona non binaria, è necessario rispettare il corretto utilizzo dei pronomi che quella determinata persona ha comunicato.

Infatti, nonostante una persona possa dichiararsi non binaria, non deve essere dato per scontato che chieda di utilizzare i pronomi neutri, poiché potrebbe anche preferire l’utilizzo dei pronomi maschili o di quelli femminili.

In inglese, esiste il “singular they“, un pronome neutro che può essere utilizzato anche per rivolgersi alla singola persona. Tuttavia, la stessa facilità nell’utilizzo del neutro non si incontra nella lingua italiana, dove la traduzione letterale dal “they” al “loro” non ha molto senso. Per questo motivo, si è iniziato ad introdurre l’utilizzo dell‘asterisco, della schwa, della x e altri espedienti.

Tuttavia, il modo migliore per rivolgersi a una persona non binaria è chiedere quali pronomi preferisce e rispettare questa scelta.