Aromaterapia: benefici con gli oli essenziali


Cos’è l’aromaterapia ed in cosa consiste? Come scegliere le fragranze e quali sono le proprietà benefiche?

Aromaterapia

Sembrerà strano, ma a quanto pare profumare gli spazi della propria casa, oltre ad essere gradevole per gli ospiti, è soprattutto utile ai fini del nostro equilibrio psichico e della nostra attività mentale, nonchè all’armonia delle nostre emozioni.

Aromaterapia: benefici con gli oli essenziali

Approfonditi studi scientifici hanno, infatti, dimostrato che la stimolazione olfattiva del sistema endocrino ha un effetto diretto ed immediato sul sistema nervoso, per cui, diffondere gli aromi giusti nell’ambiente che viviamo quotidianamente aiuta ad ottenere ottimi effetti su noi stessi e sugli altri sia sul piano fisico che psicologico.

L’aromaterapia consiste nel diffondere nell’ambiente gli odori del regno vegetale attraverso olii essenziali (olii eterici): le sostanze volatili e fortemente odoranti delle piante.

Come si utilizzano gli oli essenziali

In aromaterapia gli oli essenziali possono essere utilizzati con varie modalità:

  • applicazione cutanea (ovvero per contatto con la cute: bagni, massaggi, maschere, fanghi);
  • permucotico (ovvero per contatto con le mucose: ad esempio risciacqui o gargarismi);
  • inalatorio (inalatori, diffusori); orale e olfattiva.

Qui ci occupiamo dell’aromaterapia olfattiva, consigliandovi fragranze e ambiente ideale per ottenere in casa propria risultati rigeneranti per il corpo e la mente.

Aromaterapia oli essenziali

Quali fragranze scegliere per l’aromaterapia

Il primo consiglio riguarda la scelta dei profumi: nello scegliere la fragranza si deve tenere in considerazione l’effetto da essa prodotto, per meglio valorizzare il suo utilizzo. Ad esempio:

  • la vigilanza è stimolata dai profumi del limone, verbena, rosmarino, mughetto, menta e timo;
  • l’effetto rilassante si ottiene con la profumazione di lavanda, pino, rosa, gelsomino, arancio, tiglio e melissa;
  • per stimolare l’appetito viene usata la fragranza santoreggia, cipolla, aglio, ginepro;
  • per rallentare l’appetito si usa, invece, il profumo al mirto, canfora ed eucalipto.
  • per avere un effetto antidepressivo ci sono le seguenti fragranze:  il basilico, geranio, menta, limone, arancio, verbena, gelsomino e camomilla;
  • per aumentare la concentrazione è usata la menta e il mughetto.
  • zione è usata la menta e il mughetto.

Con la scelta di un profumo adatto si può, quindi, creare un ambiente a noi confacente secondo le nostre esigenze corporee e psichiche.

L’importante è non esagerare nelle dosi, che possono, in tal caso, solo disturbare il nostro sistema sensoriale provocando effetti contrari a quelli benefici. Inoltre, se in casa c’è la presenza di bambini, bisogna fare attenzione alle profumazioni da usare (vanno bene la camomilla, il finocchio, la lavanda, che hanno effetti rilassanti e distensivi).

Aromaterapia

Il modo migliore per diffondere gli aromi è usare un vaporizzatore (elettrico o alimentato dal calore emesso dalle candele accese) e durante la stagione invernale servirsi dei cocci umidificatori allocati ai singoli termosifoni della casa.


Vuoi ancora più SoloDonna?

Accedi gratuitamente ai nostri video, news e anticipazioni.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta