Coronavirus e stress: consigli su come comportarsi


Ansia, paura del contagio per se stessi e per i propri cari, disturbo post-traumatico da stress. I suggerimenti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e di due esperti per affrontare il momento di difficoltà.  

face-mask-4890115-1280 Terry Sharp da Pixabay


L’epidemia Covid-19, oltre alle forti preoccupazioni sul piano sanitario, sta generando una situazione di stress generale difficile da gestire in un momento di emergenza globale.

scuole chiuse sanificazione

Una tensione aumentata dai cambiamenti improvvisi delle nostre abitudini: scuole chiuse, smart working, quarantena, tanta confusione e paura derivante anche dal sovraccarico informativo, con notizie non sempre certificate e affidabili e fake news che spopolano.

Coronavirus: aumento di depressione e ansia

depressione


Leggi anche: Coronavirus e allattamento: come comportarsi

«Nel breve potrebbe rilevarsi un aumento dei disturbi depressivi, dell’ansia e del disturbo post-traumatico da stress», ha commentato Andrea Fiorillo, ordinario di Psichiatria all’Università della Campania Luigi Vanvitelli, come riportato dal magazine della Fondazione Umberto Veronesi. «Più difficile è invece anticipare gli effetti a lungo termine, che dipenderanno anche dalle condizioni di partenza dei singoli italiani».

anxiety-2019928-1280 Wokandapix da Pixabay

Per quanto riguarda, in particolare, la quarantena, i suoi effetti possono essere provocati «dalla perdita della routine, dalla percezione della paura delle conseguenze dell’epidemia, dalla riduzione dei contatti sociali e fisici, dal senso di coercizione all’interno di spazi limitati, dall’insicurezza e dalla percezione di un futuro a tinte fosche», come ha spiegato il professor Fiorillo. Un discorso a parte va fatto per i parenti delle vittime di Coronavirus, impossibilitati a dare l’ultimo saluto ai propri cari.

Come gestire lo stress in sei mosse: i consigli dell’OMS

beanie-2562646-1280 StockSnap da Pixabay

Di recente è stata pubblicata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) un’infografica che contiene alcuni consigli per gestire al meglio lo stress e affrontare le nostre paure ai tempi della pandemia Covid-19. Ecco quali sono i principali suggerimenti.

1) È normale sentirsi tristi, stressati, confusi, spaventati o arrabbiati durante un momento di crisi come questo. Parlate con persone di cui vi fidate: vi può aiutare. Contattate i vostri amici e la vostra famiglia.

2) Se dovete rimanere a casa, mantenete uno stile di vita sano: sì a una dieta corretta, a un numero adeguato di ore di sonno, esercizio fisico quotidiano e contatti sociali con i propri cari, a casa quando possibile, e via e-mail e telefono quando non lo è.

3) Non consumate fumo, alcol o sostanze stupefacenti per affrontare le vostre emozioni. Se vi sentite sopraffatti, rivolgetevi a un operatore sanitario o un consulente. È necessario avere un piano, sapere dove andare e come cercare aiuto per la vostra salute fisica e mentale.

fake-1903774-1280 Foto di S. Hermann & F. Richter

4) Occhio alle fake news. Raccogliete le informazioni che vi aiuteranno a determinare con precisione il rischio, in modo da poter assumere precauzioni ragionevoli. Basatevi solo su fonti attendibili.

5) Limitate la preoccupazione e l’agitazione riducendo il tempo che voi e le vostre famiglie trascorrete guardando o ascoltando i media o leggendo i post sui social network.

6) Per gestire le vostre emozioni durante questa emergenza, ricordatevi di come avete affrontato in passato le difficoltà e avversità della vita.

Ansia e paura servono anche a proteggere noi e gli altri

woman-1006100-1280 Ulrike Mai da Pixabay

«Le raccomandazioni dell’OMS sono assolutamente condivisibili», ha spiegato il prof. Giampaolo Perna, responsabile Centro per i disturbi d’ansia e di panico di Humanitas San Pio X. E ha aggiunto: «Rinforzerei l’importanza della paura e dell’ansia come emozioni assolutamente utili e salutari che devono guidare il comportamento verso l’applicazione concreta delle azioni protettive che le autorità suggeriscono e che possono salvarci dalle conseguenze di questa emergenza».

«È normale avere una sensazione di perplessità e di stranezza dovuta alla necessità di cambiare la propria routine, così come è normale vivere questo momento con incertezza», ha rassicurato l’esperto. «Darei rilievo al ruolo centrale dell’attività fisica e dell’allenamento come strumenti per aumentare l’efficienza fisica e il senso di benessere, entrambi necessari per sostenere un atteggiamento positivo in questo momento così complesso e difficile».

woman-3188744-1280 Sabine van Erp da Pixabay

Ha concluso il professor Perna di Humanitas San Pio X: «Infine ricorderei a tutti che l’imperativo di proteggersi secondo le indicazioni delle autorità affonda le radici nel nostro spirito altruistico verso le persone a noi care, soprattutto quelle anziane e deboli».

Tiros
  • Scrittore e Blogger

Commenti: Vedi tutto