Fiori di Bach Ansia, un rimedio per vivere meglio


L’ansia: uno dei ‘mali’ dell’uomo moderno. Ma, se giustamente non volete affrontare il problema nelle maniera canoniche, magari imbottendovi di pasticche chimiche che alla lunga portano più danni che vantaggi, allora perché non pensare a qualche rimedio che ci arriva dalla natura? Come ad esempio i Fiori di Bach.


Per chi non conoscesse ancora questo metodo, ecco alcune piccole informazioni utili: dopo molte ricerche, il medico inglese Edward Bach creò nel lontano 1866 la Floriterapia. Bach inoltre, individuò quel processo chiamato ‘somatizzazione’, una malattia fisica che trae origine da un profondo disagio emotivo del paziente.

La Floriterapia di Bach, si è concentrata quindi nell’utilizzo di 38 fiori differenti che, miscelati sapientemente tra loro, e una volta assunti nella forma più idonea, hanno la capacità di armonizzarsi con le vibrazioni energetiche dell’individuo, equilibrandolo a livello emotivo e quindi di conseguenza fisico. Solitamente, i Fiori di Bach vengono somministrati al paziente in concomitanza con altre cure naturali e in alcuni casi, come le terapie classiche, dando un grande aiuto –come dimostrato- nel superamento della patologia in atto.


Leggi anche: Meglio vivere in campagna

Sotto che forma si assumono i Fiori di Bach e qual è la giusta dose? Se si parla di flaconcino, la posologia è di 4 gocce da assumere 4 volte al giorno sotto la lingua. Oppure, secondo indicazioni, le gocce possono essere diluite in un bicchiere d’acqua. Ma i Fiori di Bach si possono trovare anche sotto forma di oli o creme e addirittura colliri. Quindi, perché non provare questa terapia ‘alternativa’ anche per curare, in maniera del tutto naturale e assolutamente priva di rischi e controindicazioni, l’ansia?

Fiori di Bach Ansia, un rimedio per vivere meglio

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta