Ictus Cerebrale Sintomi: riconoscerli può essere vitale


Un ictus cerebrale può colpire tutti. Per quanto sia riconosciuta ufficialmente come una malattia che interessa certamente l’età avanzata, un attacco ischemico può colpire anche soggetti giovani, seppur più raramente. Quali sono i fattori che scatenano un ictus cerebrale? Innanzitutto, bisogna fare un distinguo tra due tipi di ictus: quello ischemico e quello emorragico. Nel primo caso, accade che un’arteria cerebrale si chiuda a causa di un coagulo di sangue (o trombo) , e si parla di ‘trombosi cerebrale’, ma se l’arteria viene ostruita da diversi coaguli (emboli), si parla di embolia cerebrale. Nel secondo caso, invece, quello emorragico, si verifica una vera e propria rottura di un’arteria cerebrale che deriva da una pressione arteriosa molto alta. Questa riesce a rompere sia i normali vasi sanguigni, sia gli aneurismi, cioè i vasi malformati. Purtroppo non è sempre semplice riconoscere i sintomi di un ictus. Vediamo dunque quali sono e come riconoscerli: Innanzitutto, il paziente colpito da ictus registra una forte debolezza che, in casi gravi, può portare ad una acclarata incapacità di muovere una metà del corpo, accompagnata da difficoltà palese a deglutire. Nel caso in cui il lato del cervello che è stato colpito è quello destro, si nota una non comprensione di ciò che viene detto, accompagnata da afasia.


La parte sinistra, invece, quando viene colpita, determina incoscienza dei propri amici e familiari e stati di agitazione. Se la parte colpita del cervello è invece quella posteriore, non si riesce a vedere più da un lato e si nota una macchia scura al centro quando si guarda. Infine, se il cervello viene colpito in più parti contemporaneamente, si va in coma abbastanza rapidamente e l’ammalato non risponde più a nessun tipo di stimolo. Cosa fare quando si ravvisano questi sintomi? Innanzitutto, agire molto tempestivamente. In questi casi, infatti, non ci si può permettere di perdere minuti preziosi, magari mettendosi a letto in attesa che i sintomi svaniscano nel nulla, oppure chiamare il medico di base o la guardia medica. In questi casi, l’unica cosa da fare è chiamare subito il 118 specificando il sospetto di ictus e chiedere di essere portati in un ospedale attrezzato di un’unità specifica per riconoscere ed affrontare questo tipo di casi.


Leggi anche: Ictus cerebrale quando come e perchè

Ictus Cerebrale Sintomi: riconoscerli può essere vitale

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta