Influenza come difendersi e come curarsi


Eccoci di nuovo nel fatidico ‘periodo rosso’ in cui l’influenza torna a colpire di più. L’esordio di questa nuova influenza 2012 è iniziato già nel mese d dicembre 2011, ma è in questo periodo che dovrebbe iniziare a farsi sentire maggiormente, raggiungendo il picco massimo dalla metà di gennaio fino a febbraio.


Quando si parla di influenza, si intende una infezione virale che risulta piuttosto comune e tende a colpire di più gli anziani ed i bambini. Ma quali sono i sintomi per riconoscere lo stato influenzale? Sicuramente un iniziale stato di spossatezza generale, accompagnato da brividi, dolori muscolari, inappetenza, mal di testa e alle ossa. Questi primi sintomi vengono poi completati da raffreddore, tosse, bruciore agli occhi e naturalmente febbre più o meno alta e, nei bambini soprattutto, si possono presentare anche vomito, nausea e diarrea.

Ma, seppur si tratta di un problema molto diffuso tra la popolazione, l’influenza non deve essere sottovalutata o presa sotto gamba. Infatti, se non curata adeguatamente, può sfociare in problemi ben più seri, come ad esempio polmonite o in generale complicazioni a carico del sistema respiratorio.


Leggi anche: Erbe officinali, un ottimo rimedio per curarsi

Ma come si cura l’influenza? Innanzitutto, bisogna risposarsi a letto il più possibile. In seconda battuta, si possono assumere dei farmaci che vanno ad alleviare i sintomi principali dello stato febbrile, come antidolorifici –per il mal di testa e alle ossa- o il paracetamolo –per abbassare la temperatura nel caso in cui si sia alzata molto-.

Nel caso in cui si presentassero disturbi importanti alla gola –come le placche-, è il caso di assumere anche farmaci specifici per tale problema. In ogni caso, ci si deve rivolgere al proprio medico curante.

Influenza  come difendersi e come curarsi

 

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta