Mal di schiena: come migliorare la postura


Un medico fisiatra ci insegna alcuni semplici esercizi per migliorare la postura e mantenere elastici muscoli, articolazioni e avere una postura più armonica e sana del corpo, oltre che esteticamente più bella. 

Schiena,


Tra i fattori chiave del nostro benessere c’è la postura.

Influenzata da fattori meccanici e fisiologici, ma anche dai vissuti emotivi, è determinante non solo per la salute della schiena, ma anche per quella del nostro corpo nella sua interezza.

Nel libro Dipende dalla schiena (Mondadori), Laura Bertelè, medico fisiatra specialista in terapia fisica e riabilitazione motoria, iscritta all’albo degli psicologi, ha illustrato alcuni esercizi fondamentali e semplici accorgimenti da adottare per mantenere l’elasticità di muscoli e articolazioni.

In questo modo si ottiene una postura più armonica e sana del corpo, oltre che esteticamente più bella.

Schiena

Laura Bertelè ha maturato un’esperienza clinica di lungo corso. Prima lavorando accanto al noto fisioterapista francese Françoise Mézières e poi integrando il suo metodo di rieducazione posturale con la “lettura emozionale” del corpo.


Leggi anche: Come migliorare la postura e rinforzare il core: bird – dog

In Dipende dalla schiena l’autrice insegna a correggere i più comuni difetti di postura e a prevenire così molti problemi di salute nelle diverse fasi della vita (gravidanza, l’infanzia, l’adolescenza, fino all’età adulta e matura). Dà inoltre indicazioni per mantenere una posizione corretta tutto il giorno e di notte.

Qual’è la postura corretta?

Sofa

Quando siamo seduti, per esempio, “è importante evitare poltrone e divani in cui si sta infossati. Le ginocchia dovrebbero essere sempre più basse o tutt’al più alla stessa altezza delle anche: è utile usare sedie e poltrone ergonomiche o, specie in auto, un cuscino a cuneo che alzi la parte posteriore della seduta”, spiega la dottoressa.

Postura in auto

Alla guida dell’auto: “Le anche dovrebbero essere più alte o alla stessa altezza delle ginocchia. Se possibile, regola il sedile, oppure utilizza un cuscino a cuneo, in modo di alzare l’appoggio posteriore. Questo permette di verticalizzare lo schienale senza provocare tensione alla parte lombare, chiudendo troppo l’angolo delle anche”.

Car

Postura durante il sonno

Durante il sonno “è importante evitare la posizione prona, che accorcia i muscoli dorsali e mette in torsione quelli cervicali. Il materasso non deve essere rigido ma cedere al peso e lo spessore del cuscino adattarsi alla larghezza della spalla se si dorme sul fianco. Se soffri di dolori alle anche e alla schiena, puoi dormire su un fianco, mettendo un cuscino tra le ginocchia”, conclude la dottoressa Bertelè.

Commenti: Vedi tutto