Periodo Fertile, il calcolo dei giorni “fortunati


Quando si decide di avere un bambino, per la coppia inizia un periodo molto delicato nel quale non solo si fanno progetti per il futuro del nascituro –dal nome da dargli fino alla scuola che frequenterà-, ma anche e soprattutto da un punto di vista ‘fisico’. Eh si, perché molto spesso, a fronte di un desiderio espresso, è probabile che non si riesca subito a concepire un figlio. Questo può dipendere da vari fattori. Sicuramente lo stress della vita quotidiana, che impone al nostro corpo ritmi non sempre ‘rilassanti’. Ma, a fronte di una acclarata capacità di avere figli da parte di entrambi i componenti della coppia, cioè in assenza di sterilità o patologie che potrebbero pregiudicare il concepimento, lui e lei devono tener presente soprattutto del cosiddetto ‘periodo fertile’. Quel periodo cioè che, in special modo per quanto riguarda lei, tiene conto delle variazioni ormonali che, se si individuano i giorni giusti, possono moltiplicare le probabilità di restare incinta. Il calcolo di tali giorni è piuttosto semplice, anche se ovviamente, viste le peculiarità funzionali dell’organismo di ognuno di noi, non possono certo garantire il successo.


In termini generali, per individuare il periodo fertile, a fronte di un ciclo mestruale piuttosto regolare, ci si deve concentrare su quei giorni prima e dopo il giorno dell’ovulazione. Come accennato prima, il giorno dell’ovulazione varia non solo da donna a donna, ma anche nell’andamento del singolo. Per tale ragione, accanto a questo metodo per individuare il periodo fertile, si possono utilizzare anche altri strumenti come i test chimici per l’ovulazione, la temperatura basale o il test del muco cervicale. Il metodo per calcolare il periodo di ovulazione –e di conseguenza individuare il periodo fertile- è quello di Ogino Knauss che fornisce due valori principali sui quali basarsi: la data in cui è iniziato l’ultimo ciclo mestruale e la durata totale del ciclo (cioè quel periodo che intercorre tra un flusso mestruale e un altro).

Periodo Fertile, il calcolo dei giorni "fortunati


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta