Tiroide: cause e sintomi


tiroide


Latiroide è una ghiandola endocrina posta nella parte anteriore del collo, anteriormente quindi alla laringe e alla trachea ed è formata da due lobi collegati tra loro da una porzione detta istmo che le conferisce la forma di una H.

Si tratta di una ghiandola molto importante in quanto influenza direttamente lo sviluppo scheletrico e cerebrale e contribuisce inoltre a regolare il metabolismo, nonostante si tratti di una ghiandola molto piccola, appena 20 grammi di peso, anche se è una condizione variabile che può risentire di vari fattori come sesso, età e modificazioni ormonali.

Produce una serie di ormoni molto importanti, gli ormoni tiroidei, e in particolar modo la triiodotironina (T3) e tirocxina (T4), per la cui sintesi necessita di iodio contenuto nel sale marino, nel pesce e nei frutti di mare.


Leggi anche: Tiroide: cos’è e come funziona

Ma per sintetizzare la T3 e la T4 ha bisogno anche di un altro aminoacido, la tirosina, che viene sintetizzato a sua volta a partire dalla fenilalanina contenuta negli alimenti proteici come la carne, le uova, i legumi e il pesce.

Un ridotto apporto di queste sostanze determina un aumento dell’attività della tiroide che cerca di compensare in questo modo la mancanza di quanto le occorre e questo favorisce un suo ingrossamento, quindi la formazione del gozzo.

tiroide

Ma la tiroide produce anche un altro ormone, la calcitonina, indispensabile per ridurre l’assorbimento del calcio a livello intestinale, abbassando quindi il calcio in circolo e favorendone la sua deposizione nelle ossa.

Per valutare lo stato della funzionalità della tiroide, si ricorre alla determinazione del livello degli ormoni tiroidei, T3, T4 e TSH.

Se la tiroide funziona troppo, si determina una condizione di ipertiroidismo con i livelli di T3 e T4  più elevati, ma con basso TSH.

La condizione di ipotiroidismo, invece, è contraddistinta da una condizione diametralmente opposta.

tiroide

Gli effetti degli ormoni tiroidei sono molteplici:

– aumentano il metabolismo basale, cioè aumentano il consumo di ossigeno e il dispendio energetico a riposo (come conseguenza, si verifica un aumento della produzione di calore, fenomeno noto come effetto calorigeno);

– sono indispensabili per lo sviluppo del sistema nervoso (una deficienza di ormoni tiroidei durante lo sviluppo provoca ritardo mentale);

– sono essenziali per una normale crescita e maturazione dello scheletro (nei bambini con ridotti livelli di ormoni tiroidei, l’accrescimento delle ossa è rallentato. Se mancano gli ormoni tiroidei, l’ormone della crescita viene secreto in misura minore);

– riducono il livello di colesterolo circolante; sono fondamentali per il corretto funzionamento dell’attività cardiaca (aumento della frequenza cardiaca); aumentano la motilita intestinale.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta