Trombosi, cause e prevenzione


Quando si presenta una coagulazione a livello vascolare, piuttosto ben localizzata, si parla di ‘trombosi’. Ma cosa è esattamente la trombosi e che tipi di trombosi esistono? La Trombosi può essere sia di tipo venoso che arterioso. Nel caso della trombosi venosa, la localizzazione si concentrerà soprattutto a livello degli arti inferiosi, mentre la trombosi arteriosa, si presentano dei trombi che possono essere in stretta relazione con l’ateroscrelosi. Una delle cause principali della trombosi è attribuibile al fumo delle sigarette, pratica questa che già viene fortemente condannata da un punto di vista salutistico per i molteplici danni che arreca al nostro organismo su più livelli. I trombi che si formano vengono classificati in tre tipologie principali, in base alle loro dimensioni. Si parla di trombi ostruttivi, quando viene occluso l’intero vaso, trombi parietali, quando il vaso non viene occluso interamente e trombi ‘a cavaliere’, quando cioè tali trombi si trovano ubicati all’altezza di una biforcazione. Come accennato in precedenza infine, tali trombi possono essere classificati anche in base al punto in cui si vengono a formare: arteriosi (se sono presenti nelle arterie celebrali, degli arti inferiori o del cuore –causando infarti-), trombi venosi (anch’essi presenti soprattutto negli arti inferiori e che si trovano soprattutto nella parete del vaso, trombi intracardiaci (che si trovano in particolare nei vasi), e trombi aneurismatici (che si trovano negli aneurismi venosi).  Naturalmente, i controlli medici accurati sapranno certamente indagare in maniera accurata la natura e l’entità di un trombo, se presente, in modo tale da avviare una corretta terapia volta innanzitutto ad evitare delle gravi complicazioni.


 

Trombosi, cause e prevenzione

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta