Vitamina D: perche’ e’ importante!


vitamina d

La funzione principale della vitamina D, detta anche colecalciferolo, è la conservazione dei normali livelli plasmatici di calcio e fosforo.

Circa l’80 % della vitamina D necessaria è prodotta nella cute dei mammiferi a partire da un precursore, il 7-deidrocolesterolo, per azione della luce solare.

La quota residua deve essere assunta con la dieta attraverso il consumo di pesce, vegetali, latte e cereali.

A questo punto la vitamina D si lega ad una proteina plasmatica, la proteina legante la vitamina D (DBP), e viene trasportata tramite il torrente circolatorio prima al fegato e poi al rene.

In questi organi, dopo aver subito due reazioni enzimatiche, la vitamina D viene convertita nella sua forma biologicamente attiva, l’1-25-diidrossicolecalciferolo.

La funzione essenziale della vitamina D può essere raggiunta attraverso un’azione combinata sull’intestino, le ossa e il rene:

– a livello intestinale stimola l’assorbimento di calcio e fosforo;

– a livello osseo è fondamentale per la normale mineralizzazione della matrice ossea e, collaborando con il paratormone (ormone secreto dalle ghiandole paratiroidi), induce la mobilizzazione di calcio in risposta a bassi livelli ematici di calcio;

– a livello renale stimola il riassorbimento di calcio.

vitamina d

La carenza di vitamina D causa un difetto di calcificazione della matrice ossea che viene chiamato rachitismo nei bambini ed osteomalacia negli adulti.

Il quadro conclamato è rappresentato da debolezza, curvatura delle ossa che sostengono il corpo, difetti dentari e ipocalcemia.

Negli adulti la condizione è meno evidente. In entrambi i casi la carenza di vitamina D può derivare da:

– insufficiente sintesi cutanea o scarso apporto dietetico (insufficiente esposizione alla luce solare, nutrizione materna carente, consumo ridotto di cibi addizionati di vitamina D);

– diminuzione dell’assorbimento di vitamina D (insufficienza pancreatica, malattia celiaca, malattie dell’intestino tenue); alterazioni del metabolismo della vitamina D;

– mancata risposta degli organi bersaglio alla forma attiva della vitamina D.


Vuoi ancora più SoloDonna?

Accedi gratuitamente ai nostri video, news e anticipazioni.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta