Addio ad Ezio Bosso: lutto nel mondo della musica.

15/05/2020

E’ morto Ezio Bosso, direttore d’orchestra, compositore e pianista. Una malattia neurodegenerativa lo ha portato via a 48 anni.

balsamini-EzioBosso-RollingStone008

Dopo un’operazione al cervello nel 2011 gli era stata diasgnosticata la malattia ma questa non aveva impedito ad Ezio di continuare a vivere per la musica.

Portato alla popolarità da Sanremo.

ezio-bosso-eta-biografia-chi-e-morto

I più lo avranno conosciuto grazie a Carlo Conti, che lo volle come ospite d’onore a Sanremo 2016. Da allora il pianista, che alle sue spalle aveva già musica commissionata e utilizzata da importanti istituzioni operistiche, ha raggiunto un ben più ampio pubblico.

Una vita, la sua, basata sulla lotta contro i pregiudizi di chi gli diceva che fosse considerato solo a causa della sua malattia. Ma lui si è sempre fatto valere e, con un gran sorriso e delle ruote super colorate alla sua sedia, andava sul palco senza spartiti, ricordando tutto a memoria.


Leggi anche: La Vita in Diretta: Matano e Cuccarini disperati e commossi

Tanti sono i vip, e non solo, che oggi hanno speso una parola per ricordare un grande uomo. Da Fiorello a Alessandro Gassmann, da Gigi d’Alessio a Roberto Benigni. Non solo cantanti, quindi, perché se c’è una cosa che proprio Ezio ci ha insegnato è che la musica è una fortuna che condividiamo tutti.

Una malattia dei movimenti.

ezio-bosso

Una malattia autoimmune dagli effetti identici a quelli della SLA, che colpisce le cellule cerebrali responsabili del controllo dei movimenti. Era questo ciò con cui Ezio conviveva da anni. Lui non ha mai perso il sorriso ma, anzi, la sua forza era un esempio per tutti.

Buon viaggio Maestro!

Arianna Preciballe
Suggerisci una modifica