Azzurre a Tokyo 2020

Amici: Sangiovanni insultato per strada

12/06/2021

Disavventura in strada per il vincitore della categoria canto di Amici 20. Sangiovanni, infatti, si è sfogato su Instagram raccontando di essere stato insultato per strada semplicemente per il fatto di essersi vestito totalmente di colore fucsia. “In Italia c’è una forte chiusura mentale”, ha affermato il cantante. 

Progetto senza titolo – 2021-06-12T165254.433

Ieri sera Sangiovanni, il vincitore della categoria canto di Amici 20, è stato protagonista di una disavventura in strada. Il cantante vicentino, 18 anni, aveva già fatto trapelare di essere rimasto disgustato da un episodio proprio nelle scorse ore, anche se non aveva avuto modo di raccontare quanto accaduto.

Forse, dopo averci riflettuto, Sangiovanni ha scelto di sfogarsi su Instagram con i suoi followers. Il cantante ha raccontato che, mentre lui stava tranquillamente passeggiando, un ragazzo si è fermato davanti a lui guardandolo e dicendo: “Ma non ti vergogni?“. Tutto questo semplicemente perché Sangiovanni era vestito di fucsia, un colore particolarmente eccentrico e che di solito viene indossato dalle donne.


Leggi anche: Enrico Brignano e Flora di nuovo genitori

Una differenza tra i generi che ormai è stata largamente superata, ma Sangiovanni ha voluto mettere in evidenza come “in Italia ci sia ancora una forte chiusura mentale”. Proprio per questo il cantante ha deciso di esporsi pubblicamente, non tanto perché sia rimasto ferito da questo episodio, quanto per denunciare l’arretratezza culturale che c’è nel nostro paese.

Amici: la denuncia di Sangiovanni

Progetto senza titolo – 2021-06-12T165409.705

Sangiovanni si era già distinto nella sua esperienza ad Amici per importanti appelli sia contro l’omofobia sia contro la violenza sulle donne, difendendo la libertà di espressione di ciascuno, non solo con le parole ma anche attraverso il proprio aspetto e la propria arte e sostenendo l’amore universale.

Dopo questo episodio, Sangiovanni, infatti, ha colto l’occasione per una denuncia a proposito delle tante limitazioni che ancora ci sono in Italia:

“Volevo farvi riflettere su quanto in Italia ci sia ancora una forte chiusura mentale. Non siamo liberi di essere chi vogliamo essere, non siamo liberi di vestirci come ca*** ci pare, di amare chi ca**** ci pare senza essere giudicati. Però si può combattere, so che voi siete con me!”.

Il cantante, quindi, continuerà a far sentire forte il suo messaggio, affinché si possa arrivare a vivere liberamente le proprie emozioni e la propria identità.


Potrebbe interessarti: Sangiovanni ufficiale: online Malibù con Giulia

Ilaria Bucataio
Suggerisci una modifica