Andrea Scanzi: il ricordo di Gigi Proietti

03/11/2020

Il noto giornalista del Fatto Quotidiano, Andrea Scanzi ha deciso di ricordare l’immenso Gigi Proietti. In un giorno così triste Scanzi ha deciso di raccontare alcuni momenti trascorsi insieme al grandissimo Proietti.

Andrea-Scanzi

Andrea Scanzi è un noto giornalista e uno scrittore. Caparbio e sagace,  Andrea quotidianamente esprime il suo pensiero su Facebook e commenta fatti di attualità e politica. Questa volta però uno degli ultimi post del giornalista è dedicato a Gigi Proietti; Scanzi ha deciso di ricordare l’attore raccontando ai suoi fan alcuni momenti che ha condiviso con lui!

Andrea Scanzi: “abbiamo perso un gigante”

gigi

Andrea Scanzi ha deciso di salutare e ricordare l’immenso Gigi Proietti. L’attore è venuto a mancare lasciando un vuoto incolmabile nei cuori di tutti! Il giornalista ha deciso di raccontare alcuni aneddoti. Ecco le sue parole:


Leggi anche: Privato: Flavo Briatore insulti e offese con Andrea Scanzi

“Aveva un talento mostruoso ed era una persona bellissima. Piccolo aneddoto. Nel 2017, d’estate, venne ad Arezzo al festival che dirigevo artisticamente. Gigi volle venire gratis, per amicizia. Si concesse appieno al pubblico, smisurato, e poi se ne andò. Era stanco, aveva pure un po’ di febbre. Ma volle esserci.
Lo conoscevo già, ma in quell’occasione ebbi ancor più la percezione nitida di avere davanti il Teatro“.

Andrea poi continua tessendo le lodi del fantastico attore:

“Gigi sapeva interpretare tutto e alcune sue vette resteranno nei secoli. Sapeva essere alto e fintamente basso. Uno dei suoi molti prodigi. Per questo ha saputo entrare nella vita di ognuno di noi. Per questo, oggi, è un Paese intero a piangere.
Chi non lo ha conosciuto non può sapere quanto Proietti fosse anche una persona discreta. Adorava le cene post-spettacolo, ironicamente diceva di fare teatro proprio per quello.
Durante quelle cene avrebbe potuto fare il mattatore per ore, e se voleva lo faceva (quante risate!), ma sapeva anche ascoltare“.

Infine poi il giornalista conclude raccontando quanto Gigi l’abbia colpito, e quanto la sua perdita sia dolorosa: “Pochi artisti mi hanno colpito da vicino come lui, poche persone mi sono parse così enormi e rare come lui. Era quasi spaventoso, tanto era bravo. Un uomo costruito unicamente nel carisma e nel talento.
Abbiamo perso un gigante. È un giorno tremendo. È un anno di me**a”.

Anna Vitale
  • Laureata in Scienze della Comunicazione digitale e d’impresa
  • Esperta in: TV e Gossip
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica