Anticipazioni Beautiful 6 novembre: lo scontro tra Ridge e Brooke

06/11/2020

Scopriamo insieme le anticipazioni per l’episodio di Beautiful che andrà in onda domani 6 novembre 2020. Ridge accusa Brooke di odiare suo figlio.

1-GtI1ZnvYmeJ-9s1zj-NyPw

Vediamo le anticipazioni di Beautiful di domani 6 novembre 2020. Le incomprensioni tra i coniugi Ridge e Logan sembrano non trovare  soluzione. Il Forrester pretende che sua moglie ringrazi e perdoni Thomas, mentre la Logan non capisce come possa Ridge non accorgersi di quanto il ragazzo sia manipolatore e pericoloso.

La guerra di Ridge e Brooke

image

Ridge è persuaso che Brooke odi suo figlio Thomas e non è più disposto ad accettare questa situazione che divide la famiglia. Lo stilista vuole che si metta fine a ogni incomprensione e per questo vuole che Brooke si riconcili con Thomas, per prima cosa ringraziandolo per non averla denunciata. Il giovane deve concentrarsi solo sulla sua salute in modo da tornare al più presto a occuparsi di Douglas. La Logan è furiosa. Pur essendo sollevata che Thomas stia meglio, non ha nulla per cui scusarsi visto che non era certo sua intenzione ucciderlo. D’altronde, la sua opinione non è cambiata: Thomas è instabile e pericoloso, oltre che un manipolatore.


Leggi anche: Beautiful anticipazioni 13 gennaio: Ridge stanco dei raggiri di Brooke

La prossima a pagare dev’essere Flobeautiful-anticipazioni-dal-13-al-18-aprile-flo-apprende-di-essere-la-cugina-di-hope-2439359

Ridge è decisamente sul piede di guerra. Il Forrester, forse per rimediare alla sua assenza nei confronti del figlio, ha deciso di occuparsi di lui e fare in modo che si preoccupi solo di tornare in salute. Lo stilista è stanco di vedere suo figlio sempre nel mirino di tutti e ha deciso di scendere in campo per difendere Thomas da tutte le accuse che gli vengono rivolte. È il turno di Flo, che anche dalla prigione continua a lanciare le sue accuse contro Thomas. Ridge vuole farle sapere che è pronto a tutto per difendere la sua famiglia, anche a costo di tenerla rinchiusa in prigione per sempre.