Aurora Ramazzotti: attaccata dalle donne perché le difendo

02/04/2021

La figlia di Michelle Hunziker ed Eros Ramazzotti si sfoga sui social dopo aver subito del cat calling e viene pesantemente insultata dagli haters, soprattutto donne. In una intervista al Corriere della Sera Aurora Ramazzotti spiega come si è sentita e fa un appello agli uomini.

foto-aurora-ramazzotti-offese

Aurora Ramazzotti è delusa e amareggiata. E a farle male, ma davvero male, sono soprattutto gli attacchi ricevuti via social da parte delle donne. Commenti cattivi, offese pesanti. Dopo la denuncia che la figlia di Michelle Hunziker ed Eros Ramazzotti ha fatto su Instagram attraverso un video in cui parla del cosiddetto “cat calling”, fenomeno per cui le donne vengono fischiate per strada e apostrofate con commenti sessisti, le è piovuto addosso di tutti.

Lo sfogo di Aurora Ramazzotti

Aurora-Ramazzotti3-1

In una lunga intervista al Corriere della sera oggi (venerdì 2 aprile 2021) in edicola, la conduttrice e Iena difende a spada tratta la sua scelta di denunciare sul web quanto le è accaduto. Lo ha fatto anche in nome di quelle tante donne che “non hanno la forza di reagire a quella che ormai è una prassi considerata normale. La Ramazzotti spiega inoltre che probabilmente la gente non si rende conto di quale “mondo” ci sia dietro quei fischi, dietro quelle parole: “paura, umiliazione”.


Leggi anche: Michelle Hunziker distrutta dalla figlia Aurora in quarantena

 “Possibile che nel 2021 succeda ancora il fenomeno del cat callimg? Appena mi tolgo la giacca sportiva perché sto correndo e fa caldo devo sentire fischi, commenti sessisti e altre schifezze. Mi fa schifo”,

Questo è quanto aveva dichiarato nel video-denuncia su IG. Come è stata apostrofata Aurora preferiamo tralasciarlo, troppo vergognoso. E non vale proprio la pena dare risalto a certi epiteti e a certi commenti, soprattutto perché arrivano da donne come lei e come noi.

Aurora e l’appello agli uomini

3356598-1753-aurora-ramazzotti-lite-fidanzatoi

Aurora Ramazzotti sa perfettamente che cosa è la violenza e che cosa voglia dire la parola stalking, dato che sua madre da anni si occupa della difesa delle donne con la sua associazione Doppia Difesa, creata insieme a Giulia Bongiorno. E sa anche che cosa voglia dire sentirsi in pericolo, dato che di minacce ne ha ricevute e gira sempre scortata da una persona ingaggiata dalla sua famiglia per proteggerla. “Penso di saper  distinguere una frase gentile, un complimento da una forma di molestia verbale”, chiosa l’influencer, che invita gli uomini che non si identificano nei cosiddetti “cat calle” a condannare apertamente simili situazioni: “Abbiamo bisogno degli uomini, non solo in questa battaglia, ma anche in tante altre”.

 

Silvia Tironi
  • Iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, elenco Professionisti
  • Laureata in Lettere
  • Esperta di: TV e Mondo dello spettacolo
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica