“Avanti un altro!”, Paolo Bonolis confessa i cazzotti con Mediaset

07/05/2020

A colloquio con “Fanpage.it” su Skype, il conduttore di Canale 5 ha affrontato diversi argomenti, tra cui il periodo attuale che condiziona anche il mondo dello spettacolo e i rapporti non sempre idilliaci con la sua storica azienda. 

Ciao-Darwin-8-Paolo-Bonolis-02-cs2019

In una chiacchierata via Skype con “Fanpage.it”, Paolo Bonolis si è confrontato con il giornalista Andrea Parrella su diversi temi legati all’attuale situazione anomala, anche per la televisione, in tempi di pandemia, e sul rapporto con il gruppo Mediaset. Nelle ultime settimane, il conduttore di “Avanti un altro!” e “Ciao Darwin” sembrava in rotta con l’azienda per la quale lavora. Si sono sollevati, dunque, alcuni interrogativi per quanto riguarda il suo contratto in scadenza nel 2021: ulterore rinnovo o cambio della guardia con tanto di passaggio in Rai? Ma vediamo nel dettaglio alcune risposte dello showman romano.

“Avanti un altro!”: Bonolis, i social e “La stanza del medico”


Leggi anche: Avanti un altro! show di Paolo Bonolis e Fabio Caressa

lastanzadelmedico

Ultimamente i fan di Bonolis hanno continuato a vederlo in varie dirette Instagram fatte per @sdl.tv, la web tv di Sdl 2005, società di casting e produzioni televisive di Sonia Bruganelli, moglie del conduttore. Su quello spazio, di recente, ha debuttato anche il loro nuovo progetto “La stanza del medico”, una sorta di “costola” de “Il Senso della Vita” (che in passato aveva avuto molto successo su Canale 5), nato da un’idea della stessa Bruganelli, del chirurgo plastico Roy De Vita, che conversa con Paolo nelle dirette, e dell’autore Marco Salvati.

Ha dichiarato Bonolis a “Fanpage.it”, rispetto alla Rete: «Io lavoro nella comunicazione televisiva, che al momento è impossibile, quindi faccio di necessità virtù», ha spiegato il mattatore di “Avanti un altro!” e “Ciao Darwin”, che ha sottolineato anche i limiti che riscontra nei social relativamente alle finalità per cui sono utilizzati.

Ecco che cosa ha detto Bonolis: «Se vuoi costruire uno spettacolo, questa è una modalità troppo astringente delle possibilità di narrazione. Se si tratta invece solo di una situazione verbale, può essere veicolata tranquillamente, come radio e stampa, con in più la logica dell’immagine».

“Avanti un altro!”, Bonolis: con Mediaset “carezze e cazzotti”

Avanti un Altro bonolis laurenti 2018

Per quanto riguarda le polemiche recenti con Mediaset, che da fine marzo, per tutto aprile, ha mandato in onda le repliche di “Avanti un altro!”, nonostante fossero già pronte delle puntate inedite del game show serale – poi partite il 3 maggio – ha affermato Bonolis: «Non ho mai avuto problemi a dire all’azienda con cui lavoro quando non ero d’accordo con le scelte fatte».


Potrebbe interessarti: Avanti un altro!: Paolo Bonolis è diventato nonno

Ha proseguito il conduttore, al timone di “Avanti un altro!” con Luca Laurenti: «È una cosa normalissima tra persone che si amano. Con Mediaset si discute, a volte sono d’accordo e altre no, talvolta sono carezze, in altri casi cazzotti. Ho avuto con loro scontri come li ho avuti quando ero in Rai. Io non sono un aziendalista a prescindere, devo rendere conto a un contratto, ma anche a me stesso (…)».

Silvia Tironi
  • Iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, elenco Professionisti
  • Laureata in Lettere
  • Esperta di: TV e Mondo dello spettacolo
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica