Barbara d’Urso appoggia Elio: troppa indifferenza per l’autismo

18/05/2021

A Pomeriggio 5 Barbara D’Urso ha deciso di affrontare il tema dell’autistimo raccontando la storia del figlio di Elio e le Storie Tese, affetto da questa sindrome. Il cantante ha lanciato un messaggio polemico, attraverso un’intervista a Propaganda Live su La7, condannando l’indifferenza generale nei confronti di questa malattia…

fredella-pomeriggio5-elio-autismo

Barbara D’Urso ha dimostrato ancora una volta di potersi occupare non solo di temi ‘leggeri’ come dimostra ormai da tempo con la prima parte del suo Pomeriggio 5 dedicato alla cronaca. Anche questa volta la signora del pomeriggio di Canale 5 ha voluto parlare di problemi riguardanti i bambini di personaggi dello spettacolo per cercare di dare maggior risonanza a fatti e situazioni che non verrebbero sennò affrontati.

E’ il caso dei problemi di autismo che Elio, lo storico cantante di Elio e le Storie Tese, deve affrontare ormai da tempo con suo figlio Dante di 11 anni.


Leggi anche: Barbara D’Urso, rivelazione choc: ecco con chi dorme

“Mi sono accorto che l’autismo è un tema che non interessa a nessuno. Perché se non ce l’hai non puoi renderti conto di cosa rappresenti”

La polemica di Elio fatta a Propaganda Live su La7, ha raccolto tutti commenti positivi nel salotto pomeridiano di Barbara D’Urso che ha cercato di dare voce a questo tipo di problemi che riguardano dei bambini ma anche i loro genitori.

Barbara D’Urso ha raccolto l’invito di Elio contro l’indifferenza sull’autismo

barbara d’urso pom 5

Insomma Elio, all’anagrafe Stefano Belisari, ha voluto porre ancora una volta l’attenzione sulla completa indifferenza in cui vivono chi ha questo tipo di problema ma anche le loro famiglie. Suo figlio Dante è affetto da questa sindrome. Ad appoggiare in pieno lo sfogo del cantante è il giornalista Francesco Fredella che prima si complimenta col cantante per aver portato alla luce un problema di cui effettivamente si parla poco e che spesso viene sottovalutato e poi per i sacrifici che lui, come tante altre famiglie devono affrontare per il bene dei loro ragazzi.

“Elio è stato bravo a parlarne in Tv, a parlarne sui giornali perché deve aprirsi proprio una strada. Ma che cosa accade a questi ragazzi quando le loro famiglie un giorno non ci saranno più? Il Governo deve agire in questo senso, anche perché esistono tante forme di autismo, è una situazione che vivono famiglie e genitori che lavorano, c’è un problema non solo sociale ma anche lavorativo”

Silvana Giacobini ed Emanuela Fogliero applaudono lo sforzo di Elio e sono felici che negli ultimi anni siano aumentate le associazioni legate

Ludovico Merlo
  • Iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, elenco Professionisti
  • Esperto in: TV, Spettacolo e Gossip
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica