Barbara d’Urso confessa: creo dei mostri. A chi si riferisce?

A Live non è la d’Urso la conduttrice Barbara d’Urso si compiace della sua nuova veste di “creatrice di mostri” e presenta il suo capolavoro, a chi fa riferimento?

Barbara D’Urso

Barbara d’Urso talent scout? Più che altro creatrice di mostri, come lei stessa si è definita. Nella puntata di Live non è la d’Urso andata in onda ieri, domenica 14 giugno, in prima serata su Canale 4, tra i numerosi ospiti di Barbara d’Urso c’è stata anche lei, la mamma di Luigi Mario Favoloso, ribattezzata dalla conduttrice la “Favolosa“.

Loredana Fiorentino, che è una vamp, da quando bazzica nella trasmissione di Barbara d’Urso è diventata una vera e propria star dei social network. Ma lei non si ritiene una “improvvisata”, anche perché ha fatto fin da piccola “danza classica” e ha sempre sognato di fare la soubrette. E proprio a tal riguardo ieri sera a Cologno Monzese c’è stato una sorta di scontro tra la Favolosa e Simona Izzo.


Leggi anche: A Live non è la D’Urso volano insulti tra Izzo, Morali e Favoloso: “Celebrolesa”

Barbara d’Urso si compiace della sua “creatura”

Loredana Fiorentino Favolosa

Guardate un po’ il mostro che ho creato“, ha dichiarato la Carmelita nazionale presentando a Live non è la d’Urso il ritorno della “suocera” di Elena Morali, questa volta In collegamento da casa. La donna, da quando il figlio si è lasciato con Nina Moric, ha sempre bazzicato le trasmissioni della d’Urso per difendere il proprio ragazzo. Spesso e volentieri ha prevalso però il suo atteggiamento da star e il suo desiderio di mettersi in mostra, facendo sfilate e proponendosi alle telecamere con scollature sexy e vertiginose che le hanno appunto poi regalato il soprannome “Favolosa“. Il personaggio è diventato subito virale nel mondo del web, dove è molto amata e “utilizzata” per dei meme esilaranti. Uno di questi recita “godo come un riccio, tutti mi amano e io amo voi”.

L’irritazione di Simona Izzo da Barbara d’Urso

Schermata 2020-06-15 alle 12.53.16

Questo suo modo di essere, questo suo modo di atteggiarsi, questo suo modo di porsi senza avere arte né parte ha fatto irritare Simona Izzo, che l’ha apostrofata come “celebrolesa” (non cerebrolesa), nel senso di “lesa dalla celebrità”. Questo considerazione è piaciuta moltissimo a Enrica Bonaccorti, anche lei ieri sera in studio a live non è la d’Urso chi ha dichiarato; “Bellissima, peccato non ci abbia pensato io“.

Nel medesimo spazio la Bonaccorti e la Izzo hanno dovuto “difendersi“ dalle nuove influencer e dalle soubrette diventate famose in tv e sui social pure non sapendo fare effettivamente nulla. A dare loro manforte in collegamento anche Serena Grandi che in passato ha litigato con Giulia de Lellis alla quale aveva dovuto ricordare che lei è un premio Oscar. Ma le ragazze del giorno d’oggi non ci stanno: sono solo cambiati i tempi, secondo loro


Potrebbe interessarti: Pomeriggio 5: da Barbara d’Urso Simona Izzo asfalta la Favolosa